Politica

Tutto pronto per le consultazioni al Quirinale

Il giro di incontri con il presidente della Repubblica durerà 48 ore. Si parte domattina con i presidenti di Camera e Senato e si chiude giovedì pomeriggio con la delegazione del Movimento Cinque Stelle

Alcuni le definiscono un rito, ma le consultazioni al via domani per il conferimento dell’incarico di formare un nuovo governo non lo sono affatto. Gli incontri al Colle sono una prassi consolidata, in realtà non sono regolati dalla Costituzione, anche se costituiscono un passaggio fondamentale per ricomporre il quadro frammentato – con il centrodestra che ha ottenuto il 37% dei voti, il Movimento 5 Stelle con il 32% e il centrosinistra con il 23% – uscito dalle consultazioni del 4 marzo scorso. In queste condizioni il compito del presidente Mattarella si configura come estremamente arduo. Egli infatti non ha solo il problema di far ragionare i partiti, ma anche quello di trasmettere al Paese un messaggio di stabilità e di tenuta del sistema.

LEGGI ANCHE: Dal Rei al reddito di cittadinanza: le forme di contrasto alla povertà

CONSULTAZIONI LAMPO. Ad un mese esatto dal voto, dopo l’elezione dei presidenti di Camera e Senato, si prosegue con le consultazioni verso un nuovo governo. Sarà un ciclo di incontri lampo, della durata di 48 ore. Ma, presumibilmente, non basteranno per il via libera a un incarico pieno. Sulla base dell’esito dei confronti il presidente della Repubblica deciderà se affidare un incarico, pieno o esplorativo, oppure avviare un secondo giro di incontri. Ma Sergio Mattarella potrebbe anche prendersi una pausa per avviare ulteriori contatti informali e lasciar decantare la situazione politica. Le consultazioni al Quirinale cominceranno con i presidenti di Camera e Senato e successivamente il capo dello stato accoglierà le delegazioni dei vari partiti e chiederà loro se e con chi sono disposti a fare un governo. Tradizionalmente le consultazioni cominciano con i gruppi parlamentari più piccoli e si concludono con il partito che ha la rappresentanza più numerosa.

LEGGI ANCHE: Capigruppo Camera e Senato, ecco le scelte dei partiti

IL CALENDARIO DEGLI INCONTRI. Domani mattina nello studio “alla Vetrata” arriveranno prima la presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, e dopo il presidente della Camera, Roberto Fico. Alle 12.30, Sergio Mattarella riceverà il presidente emerito Giorgio Napolitano. Nel pomeriggio al via le consultazioni dei gruppi: alle 16 la delegazione del Gruppo per le Autonomie (Svp-Patt, Uv). Dopo si continuerà con gli esponenti del Gruppo Misto di Palazzo Madama, guidato da Loredana De Petris, e di Montecitorio, presieduto da Federico Fornaro. Alle 18.30 sarà il turno di Fratelli d’Italia con i presidenti dei gruppi, Rampelli e Bertacco, e la leader Giorgia Meloni. Si riprende alle 10 di giovedì 5 aprile con la delegazione del Pd: i capigruppo, Marcucci e Delrio, il segretario e il presidente del partito, Maurizio Martina e Matteo Orfini. Alle 11 incontro con Forza Italia: assieme ai capigruppo Anna Maria Bernini e Mariastella Gelmini, sarà al Colle anche il presidente del partito Silvio Berlusconi. A mezzogiorno sarà il turno della Lega con Giancarlo Giorgetti e Gian Marco Centinaio insieme al segretario federale, Matteo Salvini. L’ultimo appuntamento è alle 16.30 con la delegazione del Movimento 5 Stelle.

Tags

Related Articles

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker