Mondo

Mai più “boom”, in arrivo l’aereo supersonico silenzioso

Alla Nasa il progetto di un aereo capace di infrangere la barriera del suono senza produrre il caratteristico boato non si è mai fermato. Secondo gli ingegneri che stanno lavorando sul prototipo “Aereo X” il rumore non dovrebbe essere superiore a quello della portiera di una macchina

Alcuni esperimenti hanno dimostrato che il boato sonico che un aereo produce quando infrange la barriera del suono è capace persino di rompere i vetri delle case se il volo è effettuato a bassissima quota. Queste prove, però, sono soltanto effettuate a fini divulgativi, considerato che un aereo non può volare sotto una certa altezza.

TERRORE FA RIMA CON RUMORE. Qualche giorno fa, gli abitanti della zona compresa tra Milano, Varese, Como e Bergamo sono rimasti terrorizzati dal boato sonico prodotto da alcuni jet nei cieli della Lombardia. I cittadini in tempi di allerta terrorismo, amplificata e diffusa dai media e da certi politici (vedi Meloni che dopo l’attentato di Munster condannava l’integralismo islamico salvo poi cancellare il post dopo aver scoperto l’esatta origine etnico-religiosa dell’attentatore), hanno temuto subito il peggio. I tweet diffusisi nei minuti successivi alla percezione del forte boato non lasciavano spazio all’immaginazione, o forse invece ne lasciavano fin troppo. Subito gli utenti hanno temuto per lo scoppio di una bomba, che a giudicare dalla vastità dell’area nel quale il “boom” è stato udito, sarebbe stata nella migliore delle ipotesi un ordigno nucleare ad idrogeno. Fortunatamente però l’inverno atomico e la guerra termonucleare non c’entravano niente, e i nordcoreani non avevano colpa. Il boato sonico era stato causato da due caccia italiani messisi alla ricerca di un volo AirFrance del quale si erano persi per alcuni minuti i contatti radio. Ma nell’epoca in cui chiunque può influenzare qualcuno scrivendo quello che più gli piace, è stato un attimo derubricare una normale prassi con un incubo terroristico. Il potere dei social. Ma in Lombardia, e non solo, dal 2021 potranno stare tranquilli perché sta per arrivare sul mercato “Aereo X”, il primo jet che romperà il muro del suono non a picconate ma coi cotton fioc, per non fare rumore.

LEGGI ANCHE: Tra viaggi su Marte e ipervelocità: Elon Musk, il “Signor Futuro”

DALLA NASA. In verità, l’aereo di ultima generazione in cantiere presso l’agenzia astronomica statunitense non è un’assoluta novità. Come dimenticare infatti il leggendario Concorde, capace di raggiungere in crociera Mach 2, pari a 2179 km/h? Tuttavia la leggenda dei cieli e tutti i jet che riescono a superare la velocità del suono, che si aggira intorno ai 1190 km/h, non appena infrangono il muro del Mach generano un boato fortissimo percepibile, come dimostra il caso lombardo, anche a svariati km di distanza. Un disagio che ha colpito tutti noi almeno una volta. La stessa produzione del Concorde venne abbandonata, in parte, anche per questo motivo. Alla Nasa, però, non si sono fermati e hanno proseguito lo sviluppo di tecnologie in grado di attutire il boato sonico fino a farlo diventare, a detta loro, simile al rumore prodotto da una portiera dell’auto che si chiude. Ora, questo è tutto da dimostrare, ma non ci sembra impossibile considerato che questi signori sono già stati capaci di mandare anche l’uomo sulla Luna. Da oggi in poi dunque, o almeno dal 2021, anno in cui verrà diffuso “Aereo X”, i nostri sonnellini del primo pomeriggio saranno garantiti da una creatura tecnologica così all’avanguardia da sfidare la fisica dei fluidi e dei suoni. Inoltre la psicosi terroristica a partire da quella data, potrà finalmente essere esercitata in santa pace. Se sentirete un boom tra 3 anni potrete essere così finalmente tranquilli che sì, la guerra termonucleare è scoppiata. Se invece vi sembra di avvertire il rumore del cofano della vostra Fiat Punto del ’94 che sbatte state tranquilli, non avete dimenticato l’auto aperta, è semplicemente passato un jet più veloce del suono.

Tags
Close