Salute

Capogiri, vertigini e acufene: arriva in aiuto il Video Head Impulse Testing

Uno strumento innovativo per lo studio del sistema vestibolare che permette all’otorinolaringoiatra di effettuare una diagnosi certa indicando se i disturbi dell'equilibrio sono di origine periferica o centrale

In Italia ogni anno circa due milioni e mezzo di persone presenta vertigini e disturbi dell’equilibrio, riconducibili a problemi dell’apparato vestibolare. Una vera e propria piaga, se si considera che dopo vari mesi dall’apparire dei primi sintomi circa la metà dei pazienti non ha ancora avuto una diagnosi corretta e di conseguenza una specifica terapia. Identificare i capogiri dovuti a patologie vestibolari non è sempre facile. Ma la tecnologia viene incontro alla medicina. Il sistema Video Head Impulse Test permette all’otorinolaringoiatra di eseguire una diagnosi precisissima ed oggettiva della causa che induce vertigine o alterazione dell’equilibrio anche nei pazienti che riferiscono acufene.

LEGGI ANCHE: Cellulite periorbitaria: come guarire dall’infezione che colpisce l’occhio

LA DIAGNOSI. La valutazione dei pazienti con disturbi vestibolari risulta essere fondamentale perché le vertigini e disturbi dell’equilibrio possono anche essere sintomo di patologie neurologiche, neoplastiche, neurodegenerative e vascolari. Il Video Head Impulse Test, uno strumento altamente innovativo per lo studio del sistema vestibolare, permette al medico di effettuare rapidamente una diagnosi e di discernere se i problemi di vertigine e alterazione dell’equilibrio vertigine sono di origine periferica (orecchio) o centrale (encefalo). La maschera fatta indossare al paziente permette la valutazione di ogni singolo canale semicircolare del sistema vestibolare, e permette la valutazione veloce del riflesso vestibolo-oculomotore (VOR) con stimoli ad alta frequenza.

LEGGI ANCHE: Malattie professionali: quando di lavoro ci si ammala

VIDEO HEAD IMPULSE TEST. Il test v-Hit è semplice, veloce ed in grado di fornire prove tangibili e concrete circa la funzione dei canali semicircolari. Il software del sistema analizza simultaneamente i movimenti della testa e degli occhi, controlla la qualità delle manovre e fornisce risultati immediati relativi a ciascun canale. In questo modo l’otorinolaringoiatra può emettere una diagnosi certa indicando se la causa dei disturbi dell’equilibrio sono dovuti a patologie legate al sistema vestibolare dell’orecchio o sono di origine encefalica. In entrambi i casi la diagnosi precoce diventa fondamentale perché permette di eseguire terapie appropriate e una rapida riabilitazione del paziente.

Tags

Daria Caminiti

Specialista in Otorinolaringoiatria. Dottore di ricerca in scienze audiologiche e otorinolaringoiatriche Università degli Studi di Catania. Responsabile del Servizio di Day Surgery di otorinolaringoiatria presso la Casa di Cura Villa Salus di Messina convenzionata con il S.S.N. Responsabile dell’Equipe Siciliana di diagnosi, cura e riabilitazione dell’acufene. Esperta in Allergologia. Medico otorinolaringoiatra Casa di Cura San Camillo di Messina. Consulente Tecnico d’Ufficio o CTU del Tribunale di Messina.

Related Articles

Close