Salute

Stop alla sudorazione eccessiva con la tossina botulinica

Nel periodo estivo è sicuramente un trattamento molto richiesto, soprattutto per l’iperidrosi ascellare. Il trattamento è veloce e i suoi effetti durano fino a sei mesi

Camicie chiazzate di sudore, strette di mano umidicce, piedi maleodoranti. Sono solo alcuni dei problemi dell’iperidrosi (o sudorazione eccessiva) che soprattutto durante i mesi più caldi può diventare un vero e proprio ostacolo alla vita sociale. Non tutti sanno che la tossina botulinica non spiana solo le rughe d’espressione ma può essere utilizzata per contrastare la sudorazione eccessiva. Iniettando la tossina botulinica si svolge un’azione di inibizione della secrezione ghiandolare dai 4 ai 6 mesi, riducendo la sudorazione di oltre il 50%.

LEGGI ANCHE: Cellulite, che fare? I trattamenti più efficaci per dire addio alla pelle a “buccia d’arancia”

SUDORAZIONE ECCESSIVA? Ne soffre l’1% della popolazione, può interessare tutto il corpo ma spesso l’eccesso di sudore interessa le regioni palmari e plantari, le ascelle e le regioni genitali al punto che può diventare, per l’individuo che ne soffre, invalidante dal punto di vista psico-sociale. Una causa certa e precisa non si conosce sebbene le ghiandole sudoripare possono essere stimolate da: esercizio fisico, caldo eccessivo, assunzione di bevande alcoliche, caffè, cibi piccanti, situazioni di stress e di ansia. Normalmente si ricorre a lavaggi frequenti con detergenti non troppo aggressivi, applicazione di polveri e/o creme antibatterici e assorbenti. Tuttavia si tratta di soluzioni che limitano il problema e sono sicuramente meno impegnative di un trattamento chirurgico che può risolvere il problema.

LEGGI ANCHE: Lipofilling: il grasso riserva di bellezza e giovinezza

COME CURARLA. La tossina botulinica si pone a metà strada del problema e per qualcuno può essere una valida soluzione, temporanea e reversibile. Nel periodo estivo è sicuramente un trattamento molto richiesto, soprattutto per l’iperidrosi ascellare. In questo caso si consiglia di sottoporsi al trattamento all’arrivo delle prime ondate di caldo in modo da beneficiare del risultato per tutto il periodo estivo. Meno richiesto è il trattamento dell’iperidrosi palmo-plantare. Il trattamento dell’iperidrosi con tossina botulinica è semplice e veloce. Si praticano delle microiniezioni nella zona interessata senza necessità di anestesia. Il trattamento è leggermente fastidioso per la delicatezza delle zone trattate, ma il risultato si ottimizza nell’arco di una settimana e dura dai 4 ai 6 mesi.

Tags

Antonella Gallodoro

Medico Chirurgo specializzata in Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica. Dottorato di Ricerca in traumatologia presso l’Università di Catania. Ha svolto l’attività professionale come Pratician Attachè presso la Divisione di Chirurgie Plastique et Maxillo-faciale del CHU di Grenoble (Fr) , presso il Service de Chirurgie Plastique del Centre Lèon Bèrard di Lyon (Fr) e presso la Divisione di Chirurgia Oncologica dell’Humanitas- Centro Catanese di Oncologia di Catania. Dal 2006 svolge l’attività libero professionale tra Taormina, Acireale e Catania.

Related Articles

Close