Italia

Basilicata, arrestato il governatore Pittella: «Bisogna accontentare tutti»

Il presidente della regione lucana ai domiciliari nell'ambito dell’operazione dei carabinieri per falso e abuso d’ufficio. L’indagine della Procura di Matera riguarda nomine e concorsi nel sistema sanitario

Marcello Pittella, presidente della Regione Basilicata, del Pd, è stato arrestato oggi e posto ai domiciliari. I reati che gli vengono contestati sono il falso e l’abuso d’ufficio. Dalle intercettazioni che lo inchiodano, si scopre che il governatore lucano avrebbe manovrato le nomine e i concorsi all’interno del sistema sanitario cercando, parole sue, di «accontentare tutti».

L’INCHIESTA. Le misure cautelari predisposte dalla Procura di Matera riguardano in totale una trentina di persone, ma il nome di spicco, che ha causato un vero e proprio terremoto politico e giudiziario a Potenza, è proprio quello del presidente della Regione. Pittella, già sindaco di Lauria e componente di diverse amministrazioni lucane, è considerato dal gip vero e proprio “deus ex machina” della distorsione istituzionale. Il procuratore capo di Matera, Pietro Argentino, ha mosso nei confronti degli arrestati accuse pesanti, affermando che la sanità lucana sia stata piegata in questi anni a «interessi privatistici e logiche clientelari». Gli indagati mettevano in opera una perversa macchina distorsiva della realtà dei fatti pilotando i concorsi e, fatto gravissimo, distruggendo i verbali col reale voto dei raccomandati. In questo circolo vizioso, il presidente Pittella, stando alle parole del gip Rosa Nettis, suggeriva di accontentare tutti. Il giudice mette in evidenza un leit motiv dietro le condotte contestate, parlando di «la politica nella sua sempre più fraintesa accezione negativa e distorta, non più a servizio della realizzazione del bene collettivo ma a soddisfacimento dei propri bisogni di locupletazione e di sciacallaggio di potere e condizionamento sociale». Il governatore della Basilicata, accusato di abuso d’ufficio e falso, avrebbe agito al fine di aumentare il proprio consenso elettorale e, in riferimento alle regioni confinanti come Puglia e Campania, per avere merce di scambio. Un desiderio di accontentare tutti che si manifesta palesemente in un concorso del 2015, il cui esito incerto venne definitivamente mediato da Pittella, il quale suggerì di far felici un po’ tutti dirimendo la questione.

GLI ALTRI PROTAGONISTI. Tra gli altri arrestati, il direttore generale dell’Asl di Bari, Vito Montanaro, il quale proseguendo nella strategia dettata da Pittella si sarebbe attivato per favorire un paio dei concorrenti ad alcune dei concorsi finiti sotto le lenti della Guardia di Finanza, quattro in tutto. Ai domiciliari anche l’attuale responsabile dell’anticorruzione della stessa Asl di Bari. Tra le vincitrici per un posto da dirigente amministrativo al Centro oncologico regionale di Basilicata, c’è anche Lucia Esposito, che tuttavia non risulta non indagata, prima dei non eletti in Senato del Pd nel 2013, ma entrata lo stesso a Palazzo Madama a settembre dell’anno scorso per l’ultimo scampolo della legislatura. Tra i nomi eccellenti spunta anche quello del Vescovo di Matera Antonio Caiazzo, al momento non indagato, che si sarebbe reso protagonista, insieme anche all’ex sottosegretario alla Salute, Vito De Filippo, del Pd, al questore di Matera Paolo Sirna e al deputato barese del Cd Gaetano Piepoli, tutti non indagati, di pressioni sul commissario straordinario dell’Azienda sanitaria della città dei Sassi, Pietro Quinto, al fine di intercedere su svariate vicende, come l’assunzione del figlio di Piepoli alla Fondazione Matera, ingaggio che però non è stato mai effettuato. Proprio il commissario Quinto, destinatario di ordinanza di custodia cautelare, è accusato di corruzione per aver affidato diversi incarichi in ambito legale al professore di diritto amministrativo dell’Università di Bari, Agostino Meale, in cambio della sua disponibilità a fare da relatore della tesi di laurea del figlio e, ancora, dell’impegno per assicurargli, dopo il raggiungimento della stessa, un dottorato di ricerca.

Tags
Close