Italia

Ponte Morandi, Marco Bucci è il commissario straordinario per la ricostruzione

Palazzo Chigi ha scelto l’attuale sindaco di Genova perché conosce meglio degli altri candidati la città, le sue problematiche e le sue priorità. Una carriera da manager prima dell’elezione nelle file del centrodestra

Dopo una telefonata tra il premer, Giuseppe Conte, ed il presidente della Regione Liguria, Giovanni Toti, Palazzo Chigi ha comunicato la volontà di procedere alla nomina del sindaco di Genova, Marco Bucci, come commissario straordinario per la ricostruzione del ponte Morandi. Dopo cinquanta giorni di voci, conferme e smentite Bucci ha vinto il ballottaggio con gli altri candidati: Claudio Andrea Gemme, manager gradito alla Lega, e Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’Istituto Italiano della Tecnologia sponsorizzato dai Cinque Stelle. Alla fine si è preferito affidare la ricostruzione a colui che meglio di tutti i candidati conosce la città, le sue problematiche e le sue priorità. Manca ancora la firma sul decreto ma il premier da Assisi conferma: «Tornato a Roma firmerò il decreto che nominerà il commissario straordinario nella figura del sindaco di Genova, Marco Bucci».

LEGGI ANCHE: Ponte Morandi: dopo 45 giorni arriva il “decreto Genova”

IL SINDACO MANAGER. Marco Bucci è nato a Genova nel 1959 e dal 27 giugno dello scorso anno è il sindaco della sua città natale, primo a guidare una giunta non di sinistra nel capoluogo ligure dal 1975. Si era candidato a capo di una coalizione di centro-destra composta tra gli altri da Forza Italia, Lega Nord e Fratelli d’Italia. L’annuncio della sua nomina a commissario straordinario per la ricostruzione è arrivato questa mattina dopo che nei giorni scorsi si sono rincorse voci e indiscrezioni che lo vedevano in lizza con Claudio Andrea Gemme e Roberto Cingolani. Adesso toccherà a lui far fronte a incarichi urgenti o straordinari per la ricostruzione del Ponte Morandi, il viadotto che lo scorso 14 agosto è collassato provocando 43 morti e decine di feriti. I commissari straordinari possono operare tramite procedure accelerate, in deroga alla normativa vigente. Ad esempio possono assegnare a propria discrezione i lavori pubblici, senza bando di gara d’appalto.

LA CARRIERA. Dopo la laurea in Farmacia si è specializzato negli States, nelle Università di Minnesota e Michigan, ma anche all’IMD di Losanna in Svizzera. La carriera da manager si è sviluppata prevalentemente all’estero, ricoprendo la carica di presidente della Carestream Health Inc, colosso americano del settore dell’imaging medicale e dentale, Ceo della Eastman Kodak Company (lo storico marchio della fotografia) e vicepresidente di Sgs (azienda svizzera di ispezione e certificazione dove si affermò Sergio Marchionne prima di passare in Fiat). Dall’ottobre 2015 al giugno 2017, chiamato dal governatore Giovanni Toti, ha ricoperto il ruolo di amministratore delegato di Liguria Digitale, incarico abbandonato dopo l’elezione a sindaco di Genova tra le fila del centrodestra.

Tags

Related Articles

Close