Mondo

Chi era Vichai Srivaddhanaprabha, il patron del Leicester morto nello schianto del suo elicottero

Quarto uomo più ricco della Thailandia, ha acquistato la società inglese nel 2010 e in sei anni l'ha portata a vincere la Premier League con Claudio Ranieri in panchina. Il fiuto per gli affari e il monopolio dei duty-free

Uno schianto davanti a migliaia di testimoni oculari nel parcheggio del King Power Stadium dopo la partita con il West Ham. Senza contare i milioni che poi hanno seguito la vicenda su internet o in tv. Nonostante questo, la caduta dell’elicottero del patron del Leicester, il magnate thailandese Vichai Srivaddhanaprabha, a molte ore di distanza è ancora avvolta nel mistero. L’unica certezza al momento che oltre ai due piloti, a bordo vi fosse lo stesso Srivaddhanaprabha. Come faceva per ogni partita casalinga si presentava sempre in elicottero. Arrivato a Leicester nel 2010 è riuscito in pochi anni a portarla in cima alla Premier League.

Leicester schianto elicottero

MA CHI È IL PATRON DEL LEICESTER? Vichai, 61 anni, iniziò importando merci da Hong Kong e rivendendole nel suo Paese prima di aprire il suo primo duty shop nel 1989 con il brand King Power. Il cognome impronunciabile deriva dall’onorificenza concessa nel 2009 alla famiglia dal re di Thailandia, termine il cui significato è traducibile in lingua inglese come “light of progressive glory”, ovvero “luce di gloria progressiva”. E proprio questa gloria è cresciuta a dismisura: grazie al suo fiuto per gli affari Srivaddhanaprabha è riuscito ad assicurarsi il monopolio dei negozi duty-free in tutti gli aeroporti della Thailandia. Secondo Forbes, Srivaddhanaprabha era la quarta persona più ricca di Thailandia e l’undicesima più ricca al mondo con un patrimonio stimato in 4,2 miliardi di dollari. Patrimonio che nel 2010 lo portò ad allargare i suoi interessi allo sport, comprando il Leicester City Football Club e la squadra belga OH Leuven. È con il primo che ha ottenuto, però, riconoscimenti e successi internazionali, vincendo la Premier League inglese nel 2016.

LE FOXES. Srivaddhanaprabha e il figlio Aiyawatt hanno acquistato il Leicester City nel 2010 per 39 milioni di sterline (circa 44 milioni di euro), quando il club militava in Championship. Lo stesso Vichai Srivaddhanaprabha è diventato presidente del club nel febbraio del 2011 al posto di Milan Mandaric, mentre Aiyawatt è stato nominato vice-presidente. L’altro figlio Apichet, invece, ricopre il ruolo di direttore esecutivo. Durante la gestione Srivaddhanaprabha, il Leicester è stato promosso in Premier League nel 2014, dopo aver vinto il campionato di Championship. Il giorno della promozione in Premier League nel 2014 pagò la cena a tutto lo staff e ai calciatori in un ristorante di West End a Londra. Lì intorno ad un tavolo ci fu l’annuncio folle: «Il Leicester arriverà in tre anni in cima al campionato». Nessuno ci credeva, eppure nel 2016 il miracolo riuscì grazie alla guida di Claudio Ranieri, i dribbling di Riyad Mahrez, le parate di Kasper Schmeichel e i gol di Jamie Vardy.

Tags
Close