ItaliaPickNews

Ormai si diventa anziani dopo i 75 anni

La conferma arriva della Società italiana di gerontologia e geriatria. L'aspettativa di vita è aumentata di circa 20 anni rispetto alla prima decade del 1900

Anziani sempre più giovani. Ma non per un aumento delle nascite, bensì per l’innalzamento della soglia di età sopra la quale un individuo può considerarsi “anziano”. Il Congresso nazionale della Società italiana di gerontologia e geriatria ha, infatti, deciso che si è ufficialmente anziani dai 75 anni in su. Sport, accesso alle cure mediche e uno stile di vita corretto ci permettono di essere sempre più longevi e di arrivare ad una età avanzata in buone condizioni fisiche. Attualmente le indagini statistiche individuano nella media di 85 anni la longevità per le donne, e di 82-83 per gli uomini.

La Società italiana di gerontologia e geriatria ha deciso di adattare il concetto di anzianità ai tempi moderni, scegliendo una soglia di età minima che tenga conto dei cambiamenti delle condizioni demografiche ed epidemiologiche. Scientificamente parlando si è anziani quando si ha un’aspettativa media di vita di dieci anni. «Un 65enne di oggi ha la forma fisica e cognitiva di un 40-45enne di 30 anni fa e un 75enne quella di un individuo che aveva 55 anni nel 1980», spiega Niccolò Marchionni, dell’Università di Firenze e direttore del dipartimento cardiovascolare dell’Ospedale Careggi. In Italia l’aspettativa di vita è, dunque, aumentata di circa 20 anni rispetto alla prima decade del 1900. Non solo, larga parte della popolazione tra 60 e 75 anni è in ottima forma e priva di malattie per l’effetto ritardato dello sviluppo di malattie e dell’età di morte.

Dal tredicesimo Rapporto Meridiano Sanità presentato a Roma da The European House Ambrosetti, è emerso che gli italiani sono il popolo più in salute in Europa e hanno un’aspettativa di vita sorprendentemente maggiore rispetto a 40 anni fa. Secondo gli autori del rapporto, i miglioramenti dello stato di salute sono una conseguenza diretta dell’aumento della prevenzione e dei numerosi progressi della scienza e della medicina. Una posizione sorprendente se si pensa che la popolazione italiana è la più anziana d’Europa.

Tags
Close