Sport

Luka Modric vince il Pallone d’Oro: finisce l’era di Ronaldo e Messi

Il centrocampista del Real Madrid è il primo giocatore croato a ricevere il più importante premio individuale del calcio internazionale. Dopo dieci anni la dittatura è finita: e se Cr7 riesce a piazzarsi almeno al secondo posto, l'argentino del Barcellona finisce al quinto

Luka Modric, centrocampista croato del Real Madrid, ha vinto il Pallone d’Oro 2018, il più prestigioso riconoscimento individuale del calcio professionistico europeo. Per la prima volta negli ultimi dieci anni il premio non è stato assegnato a Messi e Ronaldo, che lo hanno vinto cinque volte a testa dal 2008. La dittatura è finita. E se il portoghese riesce a piazzarsi almeno al secondo posto, l’argentino del Barcellona precipita addirittura al quinto. Modric, che ha trascinato la Croazia a un passo dalla conquista della Coppa del Mondo in Russia, il primo croato della storia a vincere l’ambito riconoscimento e anche il primo giocatore dell’ex Jugoslavia, dal momento che Davor Suker, proprio 20 anni fa, si fermò al secondo posto dietro a Zinedine Zidane.

UNA CARIERA D’ORO. Fra bombe, guerre, l’infanzia da rifugiato, le fratture alle gambe, le bocciature di allenatori frettolosi per i quali era troppo gracile: niente e nessuno è riuscito a fermare Luka Modric nella sua lunga corsa al Pallone d’Oro. Modric ha 33 anni, è al Real Madrid dal 2012 e da tempo è ritenuto uno dei migliori centrocampisti al mondo. Dopo il The Best Fifa, il premio calciatore dell’anno Uefa e quello di miglior giocatore del 2018 assegnato dalla Federazione Internazionale di Storia e Statistica del Calcio (IFFHS), il centrocampista croato conquista così anche il Pallone d’Oro, assegnato dalla rivista francese France Football, per la grande carriera avuta fin qui, iniziata nelle giovanili della Dinamo Zagabria e culminata in una annata memorabile con la terza Champions League vinta di fila al Real Madrid e poi con lo storico secondo posto ottenuto ai Mondiali in Russia con la nazionale croata, di cui è capitano.

IL PREMIO. Sarà stata soprattutto la campagna di Russia di Modric, nonostante la sconfitta in finale con la Francia, a convincere i giornalisti a puntare sull’uomo simbolo del calcio croato. Il Pallone d’Oro è stabilito in base al voto di 173 giornalisti provenienti da tutto il mondo, i quali possono votare cinque calciatori tra i trenta ammessi alla lista finale. Per l’Italia vota Paolo Condò, giornalista opinionista di Sky Sport e della Gazzetta dello Sport. Fino a tre anni fa all’assegnazione del Pallone d’Oro partecipava anche la Fifa. Dal 2016 però il premio è ritornato sotto l’organizzazione esclusiva di France Football, mentre la Federazione internazionale ha stabilito un suo riconoscimento parallelo, che è stato assegnato lo scorso settembre, sempre a Modric.

Tags
Close