PickNewsPolitica

Congresso Pd, spunta la candidatura congiunta di Ascani-Giachetti

I deputati del Pd scendono in campo per dare rappresentanza a «chi ha creduto nel progetto di Matteo Renzi». Ma tutto dipende dalla riuscita della raccolta di 1500 firme

I deputati del Partito Democratico Anna Ascani e Roberto Giachetti hanno annunciato una candidatura congiunta al congresso del Pd. «Una candidatura nata insieme, che andrà avanti insieme in perfetta sintonia e in parità e che rappresenta opzione, non una corrente», ha detto Giacchetti in una diretta Facebook. Ascani e Giachetti sono esponenti dell’ala “renziana” del Pd, e loro stessi hanno spiegato che la loro candidatura serve a dare rappresentanza a «chi ha creduto nel progetto di Matteo Renzi». Ma a loro candidatura dipende dalla riuscita della raccolta di 1500 firme tra gli iscritti.

I renziani si erano riuniti ieri per decidere come comportarsi al congresso che culminerà con le primarie del 3 marzo dopo che l’ex ministro dell’Interno Marco Minniti si era ritirato. Al momento del voto la maggioranza dei parlamentari renziani ha votato per sostenere l’ex vicesegretario Maurizio Martina, una minoranza, tra cui Ascani e Giachetti, ha invece votato contro preferendo una candidatura che rappresentasse il gruppo. «Ci siamo confrontati – ha spiegato Giacchetti – abbiamo pensato che fosse giusto che chi di noi non si senta rappresentato possa mettere a disposizione una candidatura».

Anna Ascani, 31 anni, è umbra ed è alla Camera dei Deputati dal 2013. Roberto Giachetti, 57 anni, invece è alla Camera dal 2001. Ha una lunga carriera di militanza politica cominciata nel Partito Radicale, ed è stato di vicepresidente della Camera dal 2013 al 2018. Nel 2016 fu il candidato del Pd a sindaco di Roma, ma perse al ballottaggio contro Virginia Raggi del Movimento 5 Stelle. Oltre al tandem Giacchetti-Ascani gli altri candidati al congresso del Pd sono l’ex segretario Maurizio Martina, il presidente del Lazio Nicola Zingaretti, Francesco Boccia, Dario Corallo e Maria Saladino. L’ex ministro del Lavoro Cesare Damiano ha ritirato la sua candidatura, annunciando di voler sostenere Zingaretti.

Tags

Related Articles

Close