MondoPickNews

Usa, scatta lo shutdown per il mancato finanziamento del muro col Messico

Un quarto delle attività federali si sono fermate perché non è stata trovata l'intesa sul bilancio. Al centro del dibattito ci sono i 5 miliardi di dollari reclamati da Trump per la costruzione della barriera

L’America si ferma. È di nuovo shutdown, con il parziale blocco delle attività federali per mancanza di fondi. I lavori di Camera e Senato sono stati aggiornati senza che sia stata trovata un’intesa sul bilancio del governo. Il nodo restano i cinque miliardi di dollari per finanziare la costruzione del muro al confine con il Messico voluto dal presidente Donald Trump. Si tratta del terzo caso nel 2018 ed è la prima volta in 40 anni che l’amministrazione Usa “chiude i battenti” tre volte in 12 mesi.

Nove dipartimenti a livello di governo e decine di agenzie, tra cui quelle che gestiscono la sicurezza interna, le forze dell’ordine, la raccolta delle tasse, i trasporti e i parchi nazionali saranno interessati dalla chiusura. E circa 800mila dipendenti federali dovranno interrompere il loro lavoro e non saranno pagati. Gli altri dipartimenti, come il Pentagono, continueranno a funzionare regolarmente perché il loro bilancio è stato già approvato.

LEGGI ANCHE: L’ultimatum di Trump sull’immigrazione: «O il muro o lo shutdown»

«Speriamo che non duri a lungo», ha dichiarato il presidente in un video pubblicato su Twitter, accusando i democratici di non aver garantito i voti. Trump è rimasto alla Casa Bianca, mentre la first lady Melania e il figlio minore Barron sono volati a Mar-a-Lago per le vacanze di Natale. “Cancellato il mio viaggio sull’Air Force One per la Florida in attesa di vedere se i democratici ci aiuteranno a proteggere la frontiera meridionale d’America”, ha twittato il presidente.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close