PickNews

Trump vuole un muro d’acciaio al confine col Messico

La questione è al centro della paralisi delle attività federali. Il presidente americano su Twitter: «È una soluzione forte e meno invadente. E sarà made in Usa»

Uno shutdown che potrebbe durare anche mesi. Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, è pronto a tenere parzialmente chiuso il governo federale a tempo indefinito. O almeno, fino a quando i democratici non acconsentiranno alla sua richiesta di introdurre nel bilancio il finanziamento del muro al confine col Messico per impedire l’ingresso di migranti. «Dobbiamo costruire il muro, che potrebbe essere d’acciaio invece che di cemento, è questione di sicurezza, della sicurezza del nostro Paese. Non abbiamo scelta», ha dichiarato il presidente.

Poi su Twitter ha aggiunto: «Stiamo pianificando ora una barriera d’acciaio piuttosto che un muro di cemento. È una soluzione sia più forte sia meno invadente. Una buona soluzione e made in Usa». Poi ancora una volta agita la minaccia dell’emergenza nazionale. «Potrei dichiarare l’emergenza nazionale, dipende da cosa accadrà nei prossimi giorni». Era chiaro che la conquista della Camera da parte dei democratici avrebbe fatto esplodere nuovi contrasti con la Casa Bianca. Lo shutdown è il primo tra questi. E Trump continua a mantenere ferma la sua richiesta al Congresso: cinque miliardi per finanziare il muro.

LEGGI ANCHE: Usa, scatta lo shutdown per il mancato finanziamento del muro col Messico

Tags
Close