PickNews

«Sono malato, sono cambiato»: le prime parole di Cesare Battisti dal carcere

Le frasi dell’ex terrorista sono state riportate su Twitter dall’ex parlamentare sardo Mauro Pili, che ha citato non meglio precisate fonti qualificate

Stanco e spaesato: così è apparso Cesare Battisti agli uomini del Gom, il Gruppo operativo mobile della polizia penitenziaria che lo hanno trasferito da Roma alla Sardegna. «Mi dite in quale parte del mondo mi trovo? Ormai è tutto finito, ho 64 anni, sono malato, sono cambiato», avrebbe detto una volta giunto in carcere ad Oristano. Le frasi sono state riportate su Twitter dall’ex parlamentare sardo Mauro Pili, che ha citato non meglio precisate fonti qualificate. «Non mi dichiaro innocente ma nemmeno mi accollo tutto ciò di cui mi accusano», avrebbe aggiunto l’ex terrorista parlando con diversi agenti penitenziari.

Battisti ha trascorso la prima notte in una cella del blocco AS2 del carcere di Massama, una struttura di alta sicurezza dove sono reclusi diversi esponenti della criminalità organizzata. È solo in cella e gli verrà applicato un regime di isolamento diurno per sei mesi. Battisti è stato a colloquio con il direttore del penitenziario, poi è stato sottoposto alle visite mediche di routine, ha incontrato l’educatore e il suo avvocato Davide Steccanella. Ai cronisti, il legale ha poi detto che ha trovato il suo assistito «Fisicamente bene. Come uno che ieri ha avuto una giornata pesante».

LEGGI ANCHE: Una vita in fuga: la storia di Cesare Battisti

Tags

Related Articles

Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi