PickNews

Di Maio incontra i gilet gialli, ma alle Europee nessuna alleanza

È un accordo solo a metà: Chalençon nega qualsiasi patto elettorale. Ma per adesso può bastare, la prossima settimana si rivedranno a Roma con la capolista di Ric, Ingrid Levavasseur

«Il vento del cambiamento ha valicato le Alpi», il vicepremier Luigi Di Maio, commenta sui social network, l’incontro con Cristophe Chalençon, uno dei leader dell’ala dura dei gilet gialli, e alcuni dei candidati esponenti della lista Ric (Référendum d’initiative citoyenne), con la capolista Ingrid Levavasseur. Ai ferri corti con l’alleato leghista, Luigi Di Maio e Alessandro Di Battista sono volati a Parigi per tessere alleanze in vista delle Europee del 26 maggio.

«Questa è la foto ricordo di questo bell’incontro, il primo di tanti, in cui abbiamo parlato dei nostri Paesi, dei diritti sociali, di ambiente e di democrazia diretta», spiega il post-ricordo della trasferta in compagnia di Alessandro Di Battista, nel giorno in cui si è tenuto lo sciopero generale contro le politiche del presidente Emmanuel Macron. «Non parliamo ancora di alleanza, ma certamente di dialogo» è invece il commento di Cristophe Chalençon. «Siamo praticamente d’accordo su tutto», ha spiegato il leader dei gilet gialli, annunciando che la prossima settimana sarà a Roma insieme alla capolista di Ric, Ingrid Levavasseur per un nuovo incontro con Di Maio. Ma rispondendo a Le Parisien Chalençon ha escluso categoricamente la possibilità di un’alleanza con il M5S per le Elezioni Europee.

LEGGI ANCHE: Gilet gialli e forconi: così vicini, così lontani

Tra le conseguenze del blitz oltralpe di Di Maio e Di Battista ci potrebbe essere una divisione interna tra i gilet gialli. Eric Drouet si dice contrario a «ogni iniziativa politica fatta in nome» del movimento francese. Ed arriva anche la precisazione di Chalençon: «Un’alleanza con il M5s per le europee è possibile? Niente affatto. La nostra lotta è molto mediatizzata in Italia e volevamo incontrarli -ha spiegato Chalençon-Abbiamo accettato perché volevamo scoprire questo partito e capire bene il suo posizionamento politico rispetto alla Lega. Di Maio ci ha assicurato che ci saranno liste separate alle elezioni amministrative ed europee. E questo ci piace». Anche il M5s nega un accordo con il movimento anti-Macron: «Chalençon non ha mai detto mai alleanze. Ha spiegato che, non avendo i gilet gialli ancora eletti né liste, è prematuro parlare di matrimonio con il M5S per le Europee». Già in passato Di Maio e i 5Stelle avevano tentato un approccio con il movimento dei gilet gialli, mettendo anche a disposizione la piattaforma Rousseau, ottenendo però un netto rifiuto.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close