PickNews

Crescono i giovani in cerca di lavoro

È quanto emerge dal bollettino mensile dell’Istat, secondo cui a trovare lavoro sono soprattutto gli uomini oltre i 35 anni: la disoccupazione giovanile si attesta al 33%

Una crescita timida degli occupati, ma solo tra gli uomini. Resta stabile il tasso di disoccupazione, anche se riprende a salire quello giovanile, riportando l’Italia al penultimo posto in Europa per livello disoccupati under 30. È questa, in estrema sintesi, la fotografia del mercato del lavoro scattata dall’Istat: a gennaio 2019 la stima degli occupati è in lieve crescita rispetto a dicembre (+0,1%, pari a +21 mila unità); il tasso di occupazione, rimane stabile al 58,7 per cento.

In base al bollettino mensile il trend degli occupati è determinato da un aumento dei dipendenti a tempo indeterminato (+56 mila), mentre si osserva un calo di quelli a termine (-16 mila) e dei lavoratori indipendenti (-19 mila). La crescita coinvolge esclusivamente gli uomini (+27 mila) mentre risultano in lieve calo le donne (-6 mila).

A trovare lavoro, spiega l’Istituto di Statistica, sono soprattutto gli uomini oltre i 35 anni: sono infatti negativi i dati che riguardano la disoccupazione giovanile che è aumentata di 0,3 punti percentuali rispetto a dicembre, attestandosi così al 33%. Le stime provvisorie dell’Istat mostrano, rispetto a gennaio 2018, un aumento di 0,4 punti nel tasso di disoccupazione nella fascia fra i 15 e i 24 anni, mentre il tasso di occupazione generale tra i giovani è sceso al 17,4%. Si tratta di livelli lontani rispetto ai picchi della crisi, superiori al 43 per cento, ma comunque superiori ai livelli precrisi di quasi 14 punti percentuali.

LEGGI ANCHE: Lavoro, cresce la disoccupazione ma il 33% dei posti resta vuoto

Tags

Related Articles

Back to top button
Close