Italia

Quota 100, oltre 78mila domande in un mese

Sud batte Nord: sul podio delle province Roma prima di Napoli e Milano. Fuga di medici e insegnanti

In poco più di un mese sono arrivate al sito dell’Inps 78.432 domande per l’accesso alla pensione con quota 100. Se si procedesse di questo passo (anche se ci potrebbe essere un fisiologico rallentamento) basterebbero meno di quattro mesi per coprire l’intera platea attesa per il 2019 (290mila persone), al netto ovviamente dei possibili esiti negativi.

La grande maggioranza delle istanze continua a provenire dagli uomini (56.754, pari al 72,36%) e allo stesso tempo rimane prevalente la percentuale delle richieste arrivate da dipendenti pubblici (29.961) rispetto ai privati (28.868). Ammontano a 26.255 le domande presentate da chi ha meno di 63 anni mentre 36.571 sono quelle di chi ha tra i 63 e i 65 anni di età (15.836 le domande degli over 65).

Ad oggi, e all’opposto di quel che si pronosticava alla vigilia, il Sud batte il Nord per numero di domande, sfiorando quota 32mila contro le 28mila del settentrione. Il record di richieste lo detiene la Lombardia, con 8.543 richieste, 2.982 delle quali presentate a Milano. Segue la Sicilia, giunta a quota 8.033, tallonata a ruota dal Lazio, dove però la parte del leone la fa Roma con 5.515 richieste. Oltre settemila domande vengono dalla Campania, 3.487 delle quali presentate a Napoli.

Ma è allarme nelle scuole, oltre che negli ospedali per la valanga di richieste pervenute finora. Dalla Ctps dei docenti, la cassa previdenziale di insegnanti e professori universitari, sono già pervenute 13.887 domande, poco meno dell’intero comparto della pubblica amministrazione. L’Inps in una nota riservata inviata al Ministero della Salute stima che a fine anno i medici ad andare in pensione con quota 100 saranno 4.500. Una fuga vera e propria se si calcola che i pensionamenti per quota 100 vanno ad aggiungersi ai quasi seimila camici bianchi che ogni anno lasciano con le vecchie regole. Via da Asl e ospedali, stima sempre l’Inps, anche 2.500 infermieri.

LEGGI ANCHE: Le nuove pensioni: si lascia il lavoro prima, ma non sempre il turn over è assicurato

Tags

Related Articles

Back to top button
Close