Mondo

Olanda, spari su tram a Utrecht. È incubo terrorismo

Un uomo ha sparato ai passeggeri che viaggiavano su un tram in piazza 24 ottobre. L’aggressore sarebbe riuscito a fuggire. La polizia: «Possibile movente terroristico»

Tre persone sono morte e diverse sono rimaste ferite nella sparatoria avvenuta a bordo di un tram a Utrecht, in Olanda. Secondo quanto riporta il De Telegraaf, il principale giornale olandese, un uomo avrebbe aperto il fuoco a bordo del mezzo pubblico in piazza 24 ottobre. Le immagini diffuse sui social mostrano il mezzo fermo al centro di un incrocio nella piazza, circondato da diversi mezzi di emergenza. Sul posto sono intervenute unità antiterrorismo ed elicotteri per i soccorsi.

I poliziotti hanno circondato un edificio nella via Trumanlaan, a 700 metri di distanza dal luogo dell’attacco, in cerca dell’attentatore. De Telegraaf, scrive che sarebbe scappato in auto, ipotesi avanzata anche dal portavoce della polizia Bernhard Jens, che ha confermato che per ora non ci sono stati arresti. Le forze dell’ordine hanno diffuso una foto del sospettato: si tratterebbe di un 37enne di origini turche, Gökmen Tanis.

La polizia «prende in considerazione un possibile movente terroristico». Il primo ministro Mark Rutte ha parlato di una situazione «preoccupante» e ha riunito l’unità di crisi. Il sindaco di Utrecht, Jan Van Zanen, ha definito la sparatoria sul tram «un atto orribile ed estremo». Il livello di allerta terrorismo nella provincia di Utrecht è stato alzato al livello più alto possibile. Le scuole sono state chiuse. I media locali segnalano anche che le moschee sono state presidiate da agenti di polizia per precauzione, probabilmente per via della recente strage in Nuova Zelanda.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close