MondoPickNews

Utrecht, torna l’ipotesi terrorismo: «Nessun rapporto con le vittime»

Gokmen Tanis, il 37enne arrestato, non conosceva le persone uccise sul tram. Cade la pista di una vendetta familiare

Il giorno dopo l’assalto di piazza 24 ottobre a Utrecht gli investigatori stanno ancora cercando di capire che cosa abbia spinto Gokmen Tanis, 37 anni di origine turca, a salire su quel tram e aprire il fuoco provocando tre morti, cinque feriti e uno stato di allarme estesosi in tutta l’Olanda e nelle zone confinanti di Belgio e Germania. Tanis aveva un profilo criminale molto particolare e una burrascosa vita privata. Violento, cocainomane, con precedenti per spaccio, tentato omicidio, guida in stato di ebbrezza e oltraggio e resistenza a pubblico ufficiale, il 4 marzo era stato in tribunale per presenziare a un processo in cui rispondeva dell’accusa di stupro. «Al momento – spiegano gli investigatori – nessuno pista può essere esclusa».

LEGGI ANCHE:

Sono emersi nuovi elementi che hanno persuaso gli investigatori a riconsiderare anche la pista terroristica. Il primo è la testimonianza della donna che ha indicato alla polizia la presenza, non lontano dal luogo della strage, della Renault Clio rossa usata da Gokmen Tanis per la fuga. La donna ha rivelato al giornale locale Algemeen Dagblad di aver notato sul parabrezza un biglietto in arabo «con la parola Allah scritta a caratteri cubitali». Una testimonianza che, comunque, è tutta da verificare. Inoltre, sono state rese note le identità delle tre vittime. Si tratta una donna di 19 anni di Vianen e due uomini di 28 e 49 anni di Utrecht. Ma a quanto pare nessuna delle tre vittime aveva rapporti personali con l’attentatore.

Oltre al responsabile della sparatoria, la polizia ha fermato altre due persone, di 23 e 27 anni. Il Procuratore della magistratura olandese Ties Kortmann non esclude la motivazione dell’attentato terroristico e che le indagini continuano a considerare contemporaneamente l’eventualità di contrasti personali o altri moventi. Uno degli altri due altri arrestati risulterebbe sospettato di collegamenti con movimenti estremisti islamici e sarebbe un fratello di Tanis.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close