Italia

Dai porti alle arance: cosa c’è nei 29 accordi tra Italia e Cina

Punto per punto i patti sottoscritti a Villa Madama tra Giuseppe Conte e Xi Jinping: cultura, energia, tecnologie

Sono in tutto 29 gli accordi siglati a Villa Madama tra Italia e Cina, a margine della firma più importante dal punto di vista politico, la nostra adesione alla Nuova via della Seta targata Xi Jinping. Dieci accordi tra imprese, compresi quelli sui porti di Trieste e Genova, e diciannove accordi istituzionali, tra cui il via libera all’esportazione delle arance e la restituzione alla Cina di 796 reperti archeologici.

Oltre all’accordo in merito a una collaborazione italiana nell’ambito della «Belt and Road Initiative», gli altri accordi istituzionali sottoscritti da ministeri e altri enti pubblici riguardano principalmente tre settori. Il primo è la tecnologia, con intese per la collaborazione su startup innovative e commercio elettronico, mentre l’Agenzia spaziale italiana lavorerà con quella cinese ad un satellite per le rilevazioni geofisiche. Il secondo è l’agricoltura: all’accordo per l’esportazione delle arance, già annunciato a più riprese dai ministri di turno arrivati in Cina, si aggiungono la carne suina congelata e il seme bovino. Il terzo è la cultura, con l’accordo per la prevenzione del traffico di beni archeologici, la restituzione di 796 reperti alla Cina, e la promozione congiunta dei siti Unesco.

1) VIA DELLA SETA – Accordo tra il governo italiano e quello cinese in merito a una collaborazione nell’ambito della “Via della Seta Economica” e dell’iniziativa per una Via della Seta Marittima del Ventunesimo Secolo. L’accordo è stato firmato dal vicepremier Luigi Di Maio e dal presidente della National Development and Reform Commission (Ndrc) He Lifeng.

2) STARTUP – Protocollo d’intesa per la promozione della collaborazione tra Startup Innovative e tecnologiche tra il ministero dello Sviluppo economico italiano e il ministero della Scienza e Tecnologia cinese, firmato dal vice premier Luigi Di Maio con il consigliere di Stato e ministro degli Esteri cinese, Wang Yi.

3) COMMERCIO ELETTRICO – Memorandum d’Intesa tra il ministero dello Sviluppo economico italiano e il ministero del Commercio cinese sulla cooperazione nel settore del commercio elettrico, firmato dal vice premier Luigi Di Maio e dal ministro del Commercio cinese Zhong Shan.

4) FISCO – Accordo tra il governo italiano e il governo cinese per eliminare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e per prevenire le evasioni e le elusioni fiscali, firmato dal ministro dell’Economia, Giovanni Tria, e il consigliere di Stato e ministro degli Esteri cinese Wang Yi.

5) AGRUMI – Protocollo sui requisiti fitosanitari per l’esportazione di agrumi freschi dall’Italia alla Cina tra il ministero delle Politiche Agricole, Alimentari, Forestali e del Turismo e l’Amministrazione generale delle Dogane cinese, firmato dal ministro Gian Marco Centinaio e l’ambasciatore cinese in Italia Li Ruiyu.

6) BENI CULTURALI – Memorandum d’Intesa tra il ministero per i Beni e le Attività culturali italiano e l’Amministrazione nazionale per il Patrimonio Culturale cinese (Ncha) sulla prevenzione dei furti, degli scavi clandestini, importazione, esportazione, traffico e transito illecito di Beni Culturali e sulla promozione della loro restituzione, firmato dal ministro Alberto Bonisoli con il direttore della Ncha, Liu Yuzhu.

7) REPERTI ARCHEOLOGICI – Restituzione di 796 reperti archeologici appartenenti al patrimonio culturale cinese, nell’ambito dell’accordo firmato dal ministro per i Beni e le Attività Culturali, Alberto Bonisoli, e il ministro della Cultura e del Turismo Luo Shugang.

8) SANITÀ – Piano di azione sulla collaborazione sanitaria tra il ministero della Salute italiano e la Commissione nazionale per la Salute cinese, firmato dal ministro Giulia Grillo e l’ambasciatore cinese in Italia, Li Ruiyu.

9) EXPORT DI CARNE – Protocollo tra il ministero della Salute italiano e l’Amministrazione Generale delle Dogane cinese in materia d’ispezione, quarantena e requisiti sanitari per l’esportazione di carne suina congelata dall’Italia alla Cina, firmato dal ministro Giulia Grillo e l’ambasciatore cinese in Italia, Li Ruiyu.

10) SEME BOVINO – Protocollo tra il ministero della Salute italiano e l’Amministrazione Generale delle Dogane cinese sui requisiti sanitari per l’esportazione di seme bovino dall’Italia alla Cina, firmato dal ministro Giulia Grillo e l’ambasciatore cinese in Italia, Li Ruiyu.

11) CONSULTAZIONI POLITICHE – Memorandum d’Intesa tra il ministero degli Esteri italiano e il ministero degli Esteri cinese sulle consultazioni bilaterali, firmato dal vice ministro degli Esteri, Emanuela Del Re, e il vice ministro degli Esteri cinese, Wang Chao.

12) SITI UNESCO – Memorandum di Intesa tra il ministero per i Beni e le Attività culturali italiano e l’Amministrazione nazionale per il patrimonio culturale cinese (Ncha) sul progetto di gemellaggio volto alla promozione, conservazione, conoscenza, valorizzazione e fruizione di siti italiani e cinesi iscritti nelle liste del Patrimonio Mondiale dell’Unesco. A firmarlo, la sottosegretaria ai Beni Culturali, Lucia Borgonzoni, e il direttore della Ncha, Liu Yuzhu

13) COOPERAZIONE SCIENTIFICA – Memorandum d’Intesa tra il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca italiano e il ministero della Scienza e Tecnologi cinese sul rafforzamento della Cooperazione sulla Scienza, Tecnologia e Innovazione, firmato dal capo dipartimento dell’Università e della Ricerca del ministero dell’Istruzione italiano, Giuseppe Valditara, e l’ambasciatore cinese in Italia, Li Ruiyu.

14) Patto di gemellaggio tra la città di Verona e la città di Hangzhou per la promozione della conoscenza, valorizzazione e fruizione de rispettivi siti iscritti nelle liste del Patrimonio Mondiale dell’Unesco, firmato dal sindaco di Verona, Federico Sboarina, e dal vice sindaco di Hangzhou, Miao Chengchao.

15) GEMELLAGGIO VINO-RISO – Gemellaggio tra l’Associazione per il Patrimonio dei Paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato e il Comitato di gestione per il Patrimonio dei “Terrazzamenti del Riso di Honghe Hani” dello Yunnan volto alla promozione della conoscenza, valorizzazione e fruizione dei siti iscritti nelle Liste del Patrimonio Mondiale Unesco italiani e cinesi. A firmarlo il presidente dell’Associazione per il Patrimonio dei paesaggi Vitivinicoli di Langhe-Roero e Monferrato, Gianfranco Comaschi, e l’assessore ai Beni Culturali della provincia dello Yunnan, Yang Decong.

16) SPAZIO – Protocollo di Intesa tra l’Agenzia Spaziale italiana e la China National Space Administration sulla cooperazione relativa alla missione “China Seismo-Electromagnetic Satellite 02” (Cses-02), firmato dal commissario straordinario dell’Agenzia Spaziale italiana, Piero Benvenuti (Tbc), e il vice direttore della China National Space Administration, Zhang Jianhua.

17) RADIO E TV – Memorandum d’Intesa tra Rai-Radiotelevisione italiana Spa e China Media Group, firmato dall’amministratore delegato della Rai, Fabrizio Salini e il direttore generale Shen Haixiong.

18) MEDIA – Accordo sul servizio italiano Ansa-Xinhua, firmato dall’amministratore delegato Ansa, Stefano De Alessandri, e il presidente di Xinhua Cai Mingzhao.

19) RICERCA – Memorandum d’intesa tra ToCHin Hub China Global Philanthrophy Institute and China Development Research Foundation, firmato dal vice presidente di Torino World Affairs Institute e direttore di TOChina Hub, Giovanni Andornino, e il vice segretario generale di China Development Research Foundation Fan Jin e il presidente di China Global Philanthrophy Institute, Wang Zhenyao.

LEGGI ANCHE: Xi Jinping arriva a Roma. Perché la Cina fa paura?

Il valore degli accordi siglati tra Italia e Cina ammonta a circa 2,5 miliardi, con un potenziale di 20 miliardi considerando l’effetto volano delle intese raggiunte. La Cina autorizzerà Cassa depositi e prestiti ad emettere ‘Panda bond‘, consentendo all’Italia di essere il primo tra i principali Paesi europei a vendere debito agli investitori nella Cina continentale. Le intese commerciali interessano Eni che ha siglato un memorandum con Bank of China per delle esplorazioni in Cina, mentre Ansaldo Energia ha firmato due intese, una su una collaborazione tecnologica per sviluppare turbine a gas con Ugtc e una per la fornitura di una turbina a Shanghai Electric (che è anche suo azionista) e Benxi Steel. Capitolo porti, uno dei più discussi: nella lista ci sono sia l’Autorità portuale di Trieste che quella di Genova, e entrambe hanno firmato un accordo con il colosso delle costruzioni China Communications Construction Group.

1) Intesa di partenariato strategico tra Cdp e Bank of China siglata dall’ad di Cdp, Fabrizio Palermo e dal presidente di Bank of China, Chen Siqing.

2) Memorandum of Understanding sul partenariato strategico tra Eni e Bank of China firmato dall’ad Eni, Claudio Descalzi, e dal presidente di Bank of China, Chen Siqing.

3) Intesa di collaborazione tecnologica sul programma di turbine a gas tra Ansaldo Energia e China United Gas Turbine Technology firmata dall’ad Giuseppe Zampini e il presidente Qian Zhimin

4) Contratto per la fornitura di una turbina a gas AE94.2K per il progetto Bengang tra Ansaldo Energia, Benxi Steel Group e Shanghai Electric Gas Turbine.

5) Memorandum of Understanding tra Cdp, Snam e Silk Road Fund siglato dall’ad di Cdp, Fabrizio Palermo, dall’ad Snam, Marco Alvera’, e dal General manager di Silk Road Fund, Wang Yanzhi.

6) Intesa di cooperazione strategica tra Agenzia Ice e Suning.com Group per la realizzazione di una piattaforma integrata di promozione dello stile di vita italiano in Cina.

7) Accordo di cooperazione tra Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Orientale-porti di Trieste e Monfalcone e China Communications Construction Group.

8) Accordo di cooperazione tra il Commissario straordinario per la ricostruzione di Genova, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale e China Communications Construction Group.

9) Memorandum of Understanding tra Intesa Sanpaolo e il Governo Popolare della città di Qingdao firmato dall’ad di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, e il vice sindaco, Liu Jianjun.

10) Contratto tra Danieli&C. Officine Meccaniche e China Camc Engineering per l’installazione di un complesso siderurgico integrato in Azerbaijan firmato dal presidente di Danieli, Gianpietro Benedetti, e il presidente di China Camc, Luo Yan.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close