Economia

Italia e Danimarca sono i Paesi Ue che evadono di più

Secondo i dati della relazione sui reati finanziari, l'evasione e l'elusione fiscale approvata dal Parlamento Ue, gli europei evadono 825 miliardi di euro. Sul podio il nostro paese con 3.156 euro per abitante, seguito dalla Danimarca

L’evasione fiscale costa all’Europa 825 miliardi di euro ogni anno. Il primato spetta all’Italia con 3.156 euro evasi per ciascun abitante, seguita dalla Danimarca con 3.027 euro. Sono appena 129 gli euro che separano i due Paesi dell’Unione europea. Lo rilevano i dati della relazione sui reati finanziari, l’evasione e l’elusione fiscale approvata il 26 marzo dal Parlamento europeo.

In valori assoluti l’Italia è al primo posto con 190,9 miliardi evasi ogni anno, mentre al secondo e al terzo posto seguono Germania (125,1 miliardi) e Francia (117, 9 miliardi). La classifica, però, assume un volto diverso se la media dell’evasione viene calcolata sul numero di abitanti, neonati inclusi. Si scopre allora che la Danimarca tallona l’Italia, seguita dal Belgio (con un’evasione pro capite media di 2.676 euro), Lussemburgo (2.657 euro) e Malta (2.059 euro). Tutti questi Paesi sono sopra la media europea che è di 1.634 euro pro capite. Sotto la media, tra i più virtuosi ci sono la Romania (824 euro) e la Repubblica Ceca (833 euro). E che l’evasione vada spesso a braccetto con l’elevata pressione lo dimostra anche il caso della Danimarca che, come ricorda il Sole 24 Ore, è il Paese nel quale vige la più alta imposizione fiscale complessiva rispetto al prodotto interno lordo, oltre il 45%.

LEGGI ANCHE: Iva, Italia maglia nera nell’Ue: 36 miliardi di evasione ogni anno

Ogni giorno in Europa vengono sottratti al Fisco 2,25 miliardi di euro, vale a dire 94 milioni all’ora o, se si preferisce, 1,5 milioni al minuto. Ogni secondo che passa, insomma, i Paesi europei non incassano 26.113 euro. Nella relazione sui reati finanziari, l’evasione e l’elusione fiscale il Parlamento scrive che negli Stati membri manca la volontà politica di combattere l’evasione-elusione fiscale e la criminalità finanziaria. Nel testo approvato si legge anche che la Commissione europea dovrebbe lavorare all’istituzione di una forza di polizia finanziaria europea, una intelligence finanziaria comune, un organismo di controllo antiriciclaggio e un organismo fiscale globale all’interno delle Nazioni Unite.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close