ItaliaPickNews

Italiani mammoni: via di casa solo dopo i trent’anni

L’ultimo rapporto Eurostat rivela che in Italia i giovani lasciano la famiglia sempre più tardi. I primi sono gli svedesi a 18 anni

La crisi ha sicuramente peggiorato le cose, ma è anche un fatto di cultura. I giovani italiani lasciano la casa paterna molto dopo rispetto alla media europea. A rivelarlo è l’ultimo Rapporto Eurostat, che fa luce sull’età in cui i ragazzi vanno via dal nido per diventare ufficialmente indipendenti. Con tutte le difficoltà che comporta, il grande passo arriva sempre dopo i 30 anni. Gli italiani, dunque, sono mammoni. E questa non è una novità. In principio fu Tommaso Padoa Schioppa ad etichettarli come “bamboccioni”: nel 2007 l’allora ministro dell’Economia esortava i genitori a «mandarli fuori di casa». Elsa Fornero, ex ministro del Lavoro, li definì “choosy” ovvero schizzinosi. Così l’Italia si posiziona al quartultimo posto in Europa.

Le cause di questo comportamento vanno sicuramente ricercate nella crisi economica che ha attraversato il mondo intero dal 2008 in poi. In Italia nel 2009 il 44,7% degli under 34 viveva ancora in casa con i genitori; da allora la percentuale ha continuato a salire fino a raggiungere quota 49,3% nel 2017.

LEGGI ANCHE: Adolescenti per sempre, si diventa a 10 anni e se ne esce a 24 (se tutto va bene)

I primi a lasciare il nido sono, prevedibilmente, gli scandinavi: gli svedesi a 18 anni e mezzo, i danesi a 21, i finlandesi a 22. Questione di cultura, ma anche di un solidissimo welfare al servizio delle giovani generazioni. Anche i francesi imparano a volare presto, attorno ai 23 anni. Bene anche i tedeschi e gli inglesi. Le cose vanno decisamente peggio invece nell’Europa mediterranea e nei Paesi dell’Est, dove i giovani faticano a lasciare casa prima dei 25 anni. Le ragazze sono più indipendenti dei maschi e, in genere, scelgono di lasciare mamma e papà prima. In generale, in Europa le ragazze tendono ad emanciparsi prima dei ragazzi (fa eccezione solo la Svezia). In Italia un giovane 18-34enne su due vive ancora in casa con papà e mamma: 3 su 5 se sono figli maschi, 2 su 5 se sono femmine.

Tags

Related Articles

Back to top button
Close