PoliticaPrimo Piano

«La flat tax sarà la prima riforma»: il M5s cede alla Lega

Salvini punta tutto sulla tassa piatta. E dopo le resistenze pre-elettorali ora tutto il governo è compatto. Ma finanziare la riforma in deficit, senza cioè individuare le coperture, sarebbe una nuova sfida all'Europa

«La flat tax è la prima riforma che governo e Parlamento dovranno discutere». Così il leader della Lega, Matteo Salvini, rilancia sul suo progetto di tassazione “piatta” dopo la relazione di Bankitalia «che – sottolinea il vicepremier – conferma la necessità di uno choc fiscale per far ripartire l’economia italiana». La proposta della Lega di finanziare la flat tax in deficit «trova favorevoli» anche i Cinquestelle: «Se, come apprendiamo – dicono autorevoli fonti del Movimento – Tria già condivide questa idea, ben venga il regime fiscale al 15% per i redditi fino ai 65.000 euro». Dopo il successo della Lega alle Europee, il Movimento 5 Stelle cede all’agenda leghista che vede nella flat tax la prima riforma da attuare «senza se e senza ma».

Ma finanziare la riforma in deficit significa farla senza individuare le coperture. Sarebbe insomma un’ennesima sfida all’Europa che già minaccia una procedura per debito. Salvini vorrebbe portare il progetto di flat tax già al prossimo consiglio dei ministri. Ma il premier, Giuseppe Conte, frena: «Il progetto di flat tax non è ancora arrivato a Palazzo Chigi. Prendiamo ancora questi giorni ma sicuramente lunedì sarà la prima buona occasione per fare il punto della situazione: voglio parlare agli italiani. Questo è il governo del cambiamento, della chiarezza. Dobbiamo massima chiarezza agli italiani».

LEGGI ANCHE: La flat tax da Berlusconi a Salvini

Di fronte a queste novità, c’è chi non perde occasione di evidenziare il cambio di posizione del M5s dopo il voto europeo. «Il M5s oggi si dichiara favorevole alla flat tax, ieri lo stesso sulla Tav – scrive, per esempio, su Twitter il deputato Pd Andrea Romano – I principi del Movimento Cinque Stelle sono come le verdure al mercato: quando si avvicina l’orario di chiusura parte la svendita a metà prezzo».

Tags

Related Articles

Back to top button
Close