Primo PianoSport

Olimpiadi 2026 all’Italia: Milano-Cortina sarà la sede dei Giochi invernali

Il Comitato olimpico internazionale ha scelto l’Italia: per la terza volta nei loro cento anni di storia i Giochi Olimpici Invernali verranno ospitati nel nostro Paese. Battuta la candidatura di Stoccolma

Milano-Cortina sarà la sede delle Olimpiadi invernali del 2026. Gli 82 delegati del Comitato olimpico internazionale riuniti a Losanna hanno preferito l’Italia alla Svezia, bocciando la candidatura di Stoccolma-Aare (47 voti a 34). In piedi sul palco dello Swiss Tech Center, Thomas Bach, oro olimpico nel fioretto a Montreal 1976 e presidente del Cio, dopo aver aperto con cura la busta col verdetto, ratifica la scelta con la fatidica frase: «I membri del Cio hanno eletto come città organizzatrice dei Giochi del 2026 Milano-Cortina».

L’Italia tornerà quindi ad ospitare i Giochi invernali per la terza volta, 20 anni dopo Torino 2006 e 70 anni dopo l’edizione di Cortina 1956. Nel 2026 toccherà all’inedita alleanza tra Milano e Cortina che coinvolgerà anche Valtellina, Val Di Fiemme, Val Pusteria e Verona, con la cerimonia finale all’Arena. Per l’Italia si tratta di una grande rivincita dopo la doppia sconfitta di Roma (prima al ballottaggio, poi per ritiro della candidatura) ai giochi estivi del 2004 e del 2024.

I Giochi Olimpici invernali del 2026, che si svolgeranno dal 6 al 22 febbraio, e quelli paraolimpici dal 6 al 15 marzo, sosterranno la strategia regionale di lotta allo spopolamento delle zone montane e di salvaguardia delle risorse naturali. Azioni specifiche che saranno volte a valorizzare la cultura e le tradizioni locali. «Vogliamo valorizzare ulteriormente il nostro già forte impegno verso l’ambiente. Utilizzeremo i Giochi come veicolo per intensificare il nostro lavoro di avanguardia nel campo della sostenibilità e per contribuire a sviluppare soluzioni innovative e sostenibili, finalizzate a plasmare la vita del futuro», si legge nel dossier presentato a gennaio al Comitato Olimpico Internazionale.

Sarà di 925 milioni il contributo del Cio per l’organizzazione dei Giochi, a cui andrà aggiungersi una spesa di 370 milioni a carico degli enti locali, da dividere tra i comuni e le regioni interessate ai Giochi per un totale di un miliardo e 200 milioni di euro. Con un beneficio economico per le aree interessate che secondo le stime potrebbe arrivare complessivamente a 5 miliardi e 600 milioni di euro.

Tags
Back to top button
Close