Salute

Cura dei denti, è meglio cominciare da bambini

Si pensa che i denti da latte non richiedano cure e controlli e che, una volta caduti, anche se cariati o rovinati, non siano un problema per i denti definitivi. Nulla di più sbagliato: è importante che bambini imparino sin dalla prima infanzia piccoli gesti per una corretta igiene orale

È scientificamente provato: ancora troppe persone non sanno lavarsi i denti o lo fanno di rado, hanno convinzioni sbagliate o, specialmente da bambini, usano prodotti non adatti che possono compromettere lo stato di salute di denti e gengive. Per questo è importante prendersi cura del cavo orale ancor prima dell’eruzione dei denti da latte. Ma non è mai troppo tardi per iniziare a guidare i bambini verso buone abitudini d’igiene orale. Dai 2 ai 4 anni i bambini dovrebbero sviluppare l’abitudine a lavarsi i denti regolarmente per evitare l’insorgenza di carie e altre patologie orali nell’adolescenza e in età adulta.

Il livello di igiene orale è allarmante nel nostro paese, soprattutto in riferimento ai più piccoli. I dati pubblicati dal Centro di Collaborazione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) evidenziano, infatti, che il 21,6% dei bimbi di quattro anni soffre già di carie. La percentuale è destinata a salire fino a toccare il 43,1% nei bambini italiani al di sotto dei dodici anni d’età. A provocarla è la placca batterica, costituita da batteri e residui organici di origine alimentare. La placca si forma costantemente all’interno della bocca, aderisce ai denti, ne intacca lo smalto e prosegue attraverso i cunicoli dentinali in direzione della polpa. Nei bambini la carie è un problema ricorrente perché lo smalto dei denti da latte è più sottile e quindi più vulnerabile alle aggressioni esterne. Motivo per cui appena spuntati, i denti devono essere mantenuti sani: è fondamentale un incontro precoce con lo specialista, che darà ai genitori i chiarimenti necessari per una corretta igiene orale del bambino.

LEGGI ANCHE: Malocclusione dentale, la carie va curata già nei denti da latte

La prima visita dal pedodonzista è consigliabile già a partire dai 6 mesi, periodo in cui iniziano a spuntare i denti da latte. Da quando compare il primo dentino bisognerebbe lavarlo sia alla mattina che alla sera con uno spazzolino specifico per bambini di età inferiore ai 2 anni, con un delicato movimento circolare. Lo spazzolino deve avere una testina molto piccola, con setole morbide e dalla punta arrotondata, e un manico lungo e arrotondato per permettere ai genitori di maneggiarlo facilmente. Ma è importante prendersi cura del cavo orale dei bambini ancor prima che l’eruzione dei dentini da latte abbia inizio, pulendo delicatamente le gengive con una garzina inumidita dopo ogni pasto.

Una volta cresciuti tutti i denti da latte, è importante spazzolarli almeno dopo i pasti principali per 2 minuti. Si pensa erroneamente che i denti da latte non richiedano cure e controlli e che, una volta caduti, anche se cariati o rovinati, non si presentino problemi per i denti definitivi. Al contrario, i denti da latte sono molto importanti per la masticazione e per uno sviluppo sano delle ossa mascellari e della seconda dentizione: se la carie procede può arrivare a interessare la polpa, l’osso alveolare e danneggiare irrimediabilmente il germe del dente permanente, essendo a stretto contatto con esso. Ed infine fanno da “spaziatori” per i denti permanenti permettendo loro di crescere sani e forti. Se un dente da latte cariato deve essere estratto, il posto del dente permanente non è più garantito e c’è il rischio che vengano compromessi l’allineamento e la corretta masticazione dei denti definitivi.

LEGGI ANCHE: Ortognatodonzia e bambini. Abitudini viziate: cosa sono e come si interviene

Oltre ad una corretta igiene orale, è importante curare anche l’alimentazione. La capacità degli alimenti di provocare carie (cariogenicità) non è dovuta solo alla quantità di zucchero contenuto nell’alimento stesso ma anche alla sua consistenza. Più un cibo è appiccicoso, più rimarrà sui denti e quindi favorirà la formazione della placca e la sua adesione al dente. Evitare, dunque, caramelle e lecca lecca, cioccolato e dolciumi. O comunque bisogna lavarsi i denti subito dopo. Una corretta igiene orale è dunque importante a qualsiasi età: sin dalla primissima infanzia ed è perciò essenziale che i bambini imparino i piccoli gesti per una corretta igiene orale. I bambini, inoltre, devono essere sottoposti a un controllo odontoiatrico periodico almeno ogni 6 mesi affinché vengano loro assicurati pulizia dei denti, diagnosi precoce, corretta profilassi ed eventuale terapia.

Tags

Cristina Vitale

Odontoiatra. Specialista in ortognatodonzia Università degli Studi di Torino. Dottore di ricerca in scienze ortodontiche e pedodontiche Università degli Studi di Messina. Socio S.I.D.O. (Società italiana ortodontisti) e A.S.I.O. (Associazione specialisti italiani ortodonzia). Consulente in Ortognatodonzia ed Odontoiatria infantile presso lo studio del Dott. Massimo Vitale in Giadini Naxos (ME) e presso diversi studi Odontoiatrici in Sicilia. Consulente in Ortogantodonzia presso studi Odontoiatrici di Roma.
Back to top button
Close