PoliticaPrimo Piano

I migranti riaccendono lo scontro tra Lega e M5s

Salvini attacca il ministero della Difesa per averlo lasciato solo. Il sottosegretario agli Esteri del Movimento replica: «Se ti senti Maradona e poi giochi come un Higuain fuori forma è un serio problema, perché di mezzo c’è il Paese»

Se nell’articolo del Blog delle Stelle l’attacco al ministro dell’Interno dopo lo sbarco di 41 migranti dalla nave Alex della Ong italiana Mediterranea era piuttosto velato, il post del sottosegretario al ministero degli Esteri Manlio Di Stefano è, invece, esplicito: «Nelle ultime 48 ore abbiamo assistito alla fiera dell’ipocrisia. Tutto il mondo concentrato sui migranti della Mediterranea, mentre nella notte ne erano già sbarcati più di 70 a Lampedusa con piccole imbarcazioni».

LEGGI ANCHE: Sea Watch, 216 migranti sbarcati a Lampedusa mentre la nave Ong era ferma in mare

A far infuriare i grillini è l’accusa di Matteo Salvini di averlo lasciato solo nella gestione della questione dell’immigrazione e il conseguente attacco alla ministra della difesa Trenta (M5S). Prima il Movimento ha pubblicato un articolo sul Blog delle Stelle dal titolo emblematico «Il Truman Show dei migranti», dove però i bersagli ufficiali sono giornali e Ong, anche se non mancano le frecciatine alle politiche migratorie del Viminale. «Nell’ultimo mese sono arrivati in Italia più di 300 irregolari e nessuno ne parla. Tutti sono invece concentrati a mitizzare false eroine che infrangono le norme italiane, mettendo a rischio la vita dei nostri militari. Questo è un gioco al massacro molto pericoloso perché, mentre tutti parlano delle ong, sul nostro territorio arrivano decine e decine di piccole imbarcazioni indisturbate», affermano sul Blog delle Stelle. «Invece di parlare delle centinaia di migranti che continuano ad arrivare sulle nostre coste con i barchini fantasma – si legge nell’articolo – giornali come «Der Spiegel» reggono il gioco delle ong, sul palcoscenico di un grande ‘Truman Show’ dell’ipocrisia ai danni dei cittadini italiani, delle leggi italiane e delle nostre forze dell’ordine».

Il post di Di Stefano ricalca più o meno i concetti espressi nell’articolo: troppa attenzione alle Ong, poca sugli sbarchi fantasma. Ma non mancano attacchi piuttosto pesanti a Salvini: «Il problema è sempre lo stesso – scrive Di Stefano – se vuoi fare tutto da solo e non passi mai la palla, se tieni lo sguardo fisso a terra senza accorgerti mai dei tuoi compagni, in porta non ci arrivi mai. Se ti senti Maradona e poi giochi come un Higuain fuori forma è un serio problema, perché di mezzo c’è il Paese. Non si può dire che è sempre colpa degli altri».

Tags

Related Articles

Back to top button
Close