PickNewsPolitica

Governo, Conte al G7: «La stagione politica con la Lega è chiusa»

Il premier dimissionario da Biarritz esclude la possibilità di ricucire con Salvini. E alla domanda sulla sua disponibilità a un Conte-bis risponde: «Non è questione di persone ma di programmi».

Prima un post su Facebook, poi l’annuncio a margine del G7 di Biarritz: «L’Italia ha bisogno di un grande progetto riformatore». Il premier dimissionario Giuseppe Conte non rinnega l’esperienza di governo con la Lega, ma sottolinea che «è una stagione politica chiusa». E aggiunge: «Quello che posso augurarmi è che i leader che stanno lavorando per dare un Governo al Paese lavorino intensamente, lavorino bene. Alcuni temi io li ho indicato anche nel mio discorso al Senato».

Dal G7 di Biarritz Giuseppe Conte torna a parlare dopo quattro giorni di silenzio. Lo fa senza mai citare il Partito democratico, con cui in queste ore a Roma il Movimento 5 Stelle continua le trattative per un possibile esecutivo giallorosso. Ma esclude senza se e senza ma la possibilità di ricucire con il Carroccio dopo che il leader Matteo Salvini a sorpresa ha voluto la crisi. : «Sono stato molto chiaro: è un’esperienza politica che non rinnego. Mi sono impegnato intensamente — ha detto Conte — perché quella esperienza potesse offrire soluzioni positive per il Paese. Si è arrivati a un punto e ho spiegato come e perché si è arrivati a quel punto. È una stagione politica, per me, chiusa e non si potrà più riaprire per quanto mi riguarda».

LEGGI ANCHE: Ci sarà un Conte-bis?

Ai cronisti che gli chiedevano se fosse possibile un Conte-bis, il presidente del Consiglio non lo ha escluso: «Io non credo che sia una questione di persone. È una questione di programmi». Il premier ha poi elencato i temi secondo lui più importanti: «Economia circolare, riformare il Paese e disegnarlo oggi come lo vogliamo tra qualche decennio e lo costruiamo oggi. Piano di investimenti molto più robusto. Dobbiamo lavorare per rendere il Paese sempre meno permeabile alla corruzione. Serve un grande progetto riformatore».

Tags

Related Articles

Back to top button
Close