PoliticaPrimo Piano

Manovra, Conte: «Trovati i 23 miliardi per evitare l’aumento dell’Iva»

Il premier ribadisce che ci sarà anche il taglio del cuneo fiscale: «Il mio obiettivo è più soldi in busta paga ai lavoratori dipendenti, lo abbiamo scritto nel programma»

L’aumento dell’Iva non ci sarà, parola di Giuseppe Conte. «Sull’Iva c’è un equivoco, lavoriamo per ridurla non per aumentarla. Abbiamo trovato i 23 miliardi necessari per scongiurare lo scatto delle clausole di salvaguardia». Il premier ha anche ribadito che in manovra ci sarà il taglio del cuneo fiscale per i lavoratori dipendenti. Le parole di Conte erano state precedute da ore di incertezza durante le quali erano circolate varie ipotesi tra cui anche quella di modulare l’incremento dell’imposta e di agevolare invece i pagamento con carte di credito. «L’obiettivo è pagare tutti e pagare meno», ha detto Conte.

LEGGI ANCHE: La nuova Iva: cosa potrebbe cambiare se si usa il bancomat

«Dobbiamo dare più soldi in busta paga ai lavoratori dipendenti – ha detto Conte – quindi è giusto il taglio del cuneo fiscale in questa congiuntura, l’abbiamo scritto nel nostro programma». Conte si è addirittura spinto oltre affermando che il suo obiettivo è quello di abbassare l’Iva: «Stiamo lavorando per portare, a beneficio di tutti gli italiani, le bollette dal 10% al 5%, affinché che le famiglie possano comprare pane, frutta fresca e latte con l’Iva all’1% anziché al 4%. Dobbiamo valorizzare metodi di pagamento alternativi al contante, dando la possibilità di accedere a mezzi come la carta di credito a zero, quindi senza commissioni. Non mi posso accontentare solo di sterilizzare l’Iva».

Tags

Related Articles

Back to top button
Close