ItaliaPickNews

L’Aifa ritira 5 lotti del farmaco anti-reflusso Omeoprazolo

L'Agenzia italiana del farmaco blocca il medicinale della Sandoz perché l'azienda produttrice ha segnalato la presenza di "precipitato" in alcune confezioni. Un elemento che ha a che fare con la solubilità del prodotto

Cinque lotti di omeprazolo in polvere prodotto dalla Sandoz sono stati ritirati dal mercato. La decisione dell’Agenzia italiana del farmaco è stata dettata dalla presenza di “precipitato” in due lotti, segnalato dalla stesa ditta produttrice dopo alcun controlli e test interni. Un elemento che ha a che fare con la solubilità del prodotto, ma, precisa l’Aifa, non deve destare preoccupazione.

L’omeprazolo fa parte della classe terapeutica dei farmaci inibitori della pompa protonica e viene utilizzato per trattare le ulcere, reflusso gastroesofageo o tutti i disturbi caratterizzati dall’eccessiva produzione di acidi gastrici. L’Agenzia del farmaco ha diffuso il numero dei lotti da ritirare dal commercio: HX7523 con scadenza 10/2019, JC5162 con scadenza 10/2019, JC5166 con scadenza 11/2019, JU1484 con scadenza 01/2021 e in ultimo JU1485 con scadenza 01/2021.

LEGGI ANCHE: Ema chiede di testare tutti i farmaci per impurità cancerogene

Di recente l’Aifa aveva affrontato il ritiro della ranitidina, che sarebbe a rischio contaminazione da nitrosammine. In quel caso vennero ritirati tutti i lotti contenenti quel principio attivo, quindi di medicinali prodotti da diverse aziende per un totale di 9 milioni di confezioni. Il problema con la ranitidina ha spinto l’Ema, l’agenzia del farmaco eruopea, a estendere i controlli riguardo alle nitrosammine su tutti i medicinali in commercio.

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi