PoliticaPrimo Piano

Berlusconi lancia Altra Italia: «Sarà federata a Forza Italia»

Al via la controffensiva del Cavaliere: «Una struttura giovane dalla quale potrà nascere il mio successore»

Le liti interne, le minacce di cambi di casacca, le esternazioni delle sue ex fedelissime non lo turbano. Anzi. Silvio Berlusconi lancia un’operazione federativa che vedrà coinvolte Forza Italia e Altra Italia, la nuova creatura politica nella mente del Cavaliere. «Penso alla creazione di due o tre nuclei di Altra Italia per ogni regione, prendendo anche il meglio delle liste civiche che si ispirano ai nostri valori. Una struttura giovane che si federi con Forza Italia senza ruoli di preminenza dell’una sull’altra. Da qui potrà nascere il mio successore», spiega lo stesso Silvio Berlusconi intervistato da Bruno Vespa per il suo libro «Perché l’Italia diventò fascista (e perché il fascismo non può tornare)», in uscita mercoledì 6 novembre da Mondadori/Rai Libri.

LEGGI ANCHE: Berlusconi indagato nel procedimento sulle stragi mafiose del 1993

Un’idea accarezzata e mai realizzata, ma oggi secondo il Cavaliere indispensabile per unire tutti quei soggetti politici che si riconoscono nei valori e soprattutto nella tradizione politica degli azzurri. Da questa nuova avventura politica potrebbe nascere un nuovo leader capace di guidare, come ha sottolineato Berlusconi, Forza Italia nei prossimi anni. «Ho sempre cercato il mio successore nei coordinatori nazionali di FI – dice Berlusconi -. Se ne sono avvicendati tanti, ma quelli che si candidavano come miei successori non sono stati avvertiti come tali dal nostro Movimento e se ne sono andati… In ogni caso ricordo che chi ha lasciato FI non ha mai fatto una bella fine politica».

Chissà se questo riuscirà a ricompattare gli azzurri dopo le turbolenze degli ultimi giorni per l’astensione sulla commissione Segre. E chissà se Mara Carfagna è pronta per un divorzio da Berlusconi. Ammette il disagio che ormai prova «da almeno un anno» per quello che sta accadendo alla «sua casa» e per come Forza Italia stia diventando succube «di Salvini». Ma ancora non svela le sue mosse: «Sto ancora riflettendo, sento un dovere di lealtà nei confronti di Berlusconi». Ma se nulla cambierà, avverte «io non me la sento di far finta di nulla. Se non vedrò più spazio per la mia battaglia in FI, sarò costretta a prenderne atto».

Tags

Related Articles

Back to top button
Close