Maltempo, allerta rossa in Liguria e Piemonte: il Po a rischio piena

Disagi soprattutto nel Nord-ovest del Paese. Situazione critica nell’alessandrino e nel savonese. Torna la paura per l’acqua alta a Venezia

Un’altra domenica difficile in molte parti d’Italia, a causa del maltempo che sta mettendo a dura prova la penisola. Nelle scorse ore violenti nubifragi hanno colpito Piemonte e in Liguria. Preoccupazione per la piena del Po a Torino e per i grandi volumi di acqua nel delta del fiume. A Venezia l’acqua alta è tornata a quota 130 centimetri. Allagamenti e frane a Matera e in Calabria.

A Sezzadio nell’Alessandrino, finito sott’acqua, c’è una donna dispersa. È stata travolta dalla piena del fiume Bormida mentre camminava a piedi dopo aver parcheggiato la macchina in una cascina.Le ricerche sono in corso. Altre due persone – un uomo di 63 anni e una donna di 33 – che viaggiavano a bordo di un’auto sono state salvate dai vigili del fuoco: erano aggrappati ad alcuni rami dopo che la loro auto era stata spazzata dalla piena del fiume.Nel Cuneese la piena del Po e dei rii minori ha mandato sott’acqua Cardè, il primo paese della pianura Padana nel Parco del Po. La piena ha invaso il centrale corso Vittorio Emanuele II, mentre nelle vie laterali l’acqua ha raggiunto anche il metro d’altezza. Decine le abitazioni che hanno subito allagamenti. Protezione civile e vigili del fuoco sono all’opera. Chiusa la provinciale per Villafranca per la piena del torrente Cantogno.

La piena del Po ha superato la soglia di guardia. Allagati a Torino i Murazzi e il Borgo Medievale. Sotto osservazione le aree del Meisino e del Fioccardo per possibili allagamenti nelle prossime ore. Le aree a maggior rischio di esondazione «sono monitorate e presidiate costantemente dagli agenti di Polizia municipale e da diverse squadre di volontari di Protezione civile». E il maltempo ferma anche la maratona di Torino. Il Comune, alla luce delle condizioni meteo e dello stato dei corsi d’acqua, ha deciso di non autorizzare la corsa.

In totale, in Liguria ci sono 85 sfollati. La regione è ancora in allerta rossa. A Genova sono allagati sottopassi, cantine e negozi. I disagi maggiori, però, si concentrano nel Ponente ligure, in particolare tra Savona e Val Bormida. A Celle Ligure la mareggiata ha costretto a chiudere il centro del paese. Sulla A10 Genova-Ventimiglia, a causa delle incessanti piogge, ci sono stati nella notte due smottamenti che hanno portato alla chiusura dell’autostrada tra Varazze e Arenzano in direzione di Genova e del tratto tra Albisola e Savona verso Ventimiglia. «Non abbassiamo la guardia. Forza Liguria!», ha scritto su Facebook il presidente della Regione, Giovanni Toti.

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi