ItaliaPrimo Piano

Chiusa l’autostrada A26 per Genova: «Due viadotti a rischio crollo»

La decisione di Autostrade arriva dopo le comunicazioni della Procura sulle perizie effettuate sui viadotti Fado e Pecetti nell’ambito dell’indagine sui cosiddetti falsi report

«Pericoli per la sicurezza su due viadotti dell’A26». La Procura di Genova ha informato Società Autostrade dei nuovi risultati delle perizie effettuate dai consulenti dei magistrati sui ponti Fado e Pecetti lungo la A26 che hanno messo in luce rischi di cedimenti strutturali. Per questo motivo società Autostrade ha predisposto la chiusura immediata dei due viadotti e dell’autostrada tra lo svincolo di Masone e l’allacciamento dell’A10. E se fino a ieri poteva esistere un margine di discrezione nelle valutazioni, dopo il crollo del viadotto Madonna del Monte sull’A6 tutto è cambiato. Per Genova e per la Liguria è un ulteriore colpo mortale alla rete dei trasporti.

Le analisi dei periti hanno messo in luce gravi carenze strutturali, in particolare dell’impalcato che sorregge la sede stradale evidenziando rischi di cedimenti. Uno dei due viadotti era già emerso tra quelli interessati dall’indagine sui cosiddetti falsi report, un filone nato dalle indagini sul crollo del Morandi che ha permesso di portare a galla le condizioni di alcuni viadotti.

LEGGI ANCHE: Effetto Genova, in Italia “scoperti” 300 ponti pericolanti

«Sono viadotti a rischio rovina. Credo che il termine sia chiaro a tutti», ha detto il procuratore capo Francesco Cozzi. I periti di Procura e Fiamme gialle hanno messo in luce come la situazione degli impalcati dei due ponti sia in realtà ancora peggiore di quella ipotizzata e certamente molto più allarmante rispetto ai risultati delle analisi presentate nei mesi scorsi dalla società del gruppo Benetton. Per questo motivo, di fronte al rischio di un provvedimento di sequestro, Autostrade ha deciso di ordinare la chiusura immediata dei viadotti sull’A26.

«La Direzione di Tronco di Genova di Autostrade per l’Italia comunica – si legge nel comunicato -che sarà chiusa al traffico in entrambe le direzioni la tratta dell’autostrada A26 compresa tra l’allacciamento con l’autostrada A10 e lo svincolo di Masone. Tale misura viene assunta per consentire l’esecuzione di verifiche tecniche sui viadotti Fado Nord e Pecetti Sud, presenti in tale tratta. La Direzione di Tronco condividerà i risultati di tali verifiche con gli enti competenti».

In conseguenza di tale chiusura Autostrade consiglia i seguenti itinerari alternativi:
– Veicoli leggeri e autocarri fino a 7,5 ton (esclusi autobus)
Per la A26 dalla A10 uscire a Prà e proseguire fino a Masone tramite la SP 456 del Turchino.
Per la A10 dalla A26 effettuare il percorso inverso.

– Veicoli pesanti superiori a 7,5 ton e autobus
Per la A26 dalla A10 utilizzare la A7.
Per la A10 dalla A26 obbligo di deviazione sulla Diramazione Predosa Bettole, dalla quale, con fermo temporaneo e progressivo deflusso, sarà possibile procedere verso Genova lungo la A7. Potranno proseguire fino a Masone i soli mezzi pesanti con destinazione di scarico o carico nella zona collegata a tale svincolo.

– Itinerari di lunga percorrenza
Per i collegamenti tra la A4, A26 e A21 verso la Toscana, utilizzare la A21 fino all’allacciamento con la A1 e da questa raggiungere Firenze o riprendere l’autostrada tirrenica tramite la A15.

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi