L’Australia devastata dagli incendi

Almeno 18 vittime, centri abitati distrutti e migliaia di persone in fuga

  • Si aggrava di ora in ora il bilancio delle vittime dell’ondata di incendi che sta devastando il sud dell’Australia. È salito a 18 infatti il numero di morti accertati, ma vi sono ancora molti dispersi e il numero delle vittime potrebbe aumentare. In migliaia sono stati evacuati dalle proprie case e attendono ancora i soccorsi, bloccati nelle aree colpite dal fuoco. Gli stati più colpiti sono quelli del Nuovo Galles del Sud e di Victoria dove sono circa duecento le abitazioni completamente distrutte. Alcuni centri non esistono più: sono oltre 1400 le case che sono state distrutte da quando sono iniziati gli incendi in Australia, durante un’estate australe segnata da temperature particolarmente alte e siccità cronica.

Ora l’attenzione però è sul recupero dei superstiti. Mentre i servizi di emergenza, con in testa i pompieri, stanno cercando in tutti i modi di arginare le fiamme, sono migliaia le persone che si sono date a una fuga precipitosa verso le coste. Per questo nelle prossime ore innerveranno anche le forze armate: elicotteri militari e navi della polizia e della marina sono stati schierati per aiutare l’evacuazione di migliaia di persone intrappolate sulle spiagge.

Resta da affrontare anche l’emergenza degli sfollati. Oltre alle case distrutte ci sono 50mila abitazioni senza energia elettrica e i residenti non hanno servizi telefonici e benzina per spostarsi. Purtroppo la situazione è destinata ad aggravarsi ulteriormente a causa del condizioni meteo. I pompieri infatti si stanno preparando a condizioni ancora più difficili nei prossimi giorni, quando sono attese temperature torride e forti venti nelle zone già devastate dagli incendi .

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi