PoliticaPrimo Piano

Autostrade, Palazzo Chigi è pronto alla revoca delle concessioni

Ma il premer Conte precisa: «Se Aspi fa una proposta transattiva è doveroso valutarla»

Il Milleproroghe spiana la strada alla revoca della concessione ad Autostrade. La norma contiene un articolo che facilita la revoca delle concessioni riducendo a circa 7 miliardi, dai 23 iniziali, le penali a carico dello Stato e prevede che, in attesa delle gare, subentrerebbe la società pubblica Anas.

LEGGI ANCHE: Concessioni autostradali, quanto ricava Autostrade per l’Italia?

«Il governo sta andando avanti con la procedura di revoca ed è interesse della controparte fare una proposta transattiva che il governo avrebbe il dovere di valutare. Se fosse una proposta che offre la possibilità di tutelare l’interesse pubblico ancora più efficacemente che la revoca stessa abbiamo il dovere di considerarla. Ma solo in quel caso». Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, a Bruxelles per il Consiglio europeo sul prossimo bilancio pluriennale dell’Unione, avverte che il tempo per Aspi sta per finire.

«Non si dica che il Governo vuole transigere o sta facendo una proposta o controproposta. Ho letto – è la premessa di Conte – qualche giornale che ha impostato la questione in termini impropri: come ricorderete, c’è un procedimento di revoca avviato da tempo che sta arrivando a conclusione. Leggo su qualche giornale che ci sarebbe una proposta transattiva del Governo rifiutata da Autostrade per l’Italia. Attenzione, il Governo sta conducendo questa procedura di revoca ed è interesse della controparte eventualmente fare una proposta transattiva che il Governo avrebbe il dovere di valutare, prima che si metta la parola fine su questa procedura»

Adesso la revoca per Autostrade è davvero ad un passo. Respinta dalla società l’offerta finale presentata dall’esecutivo. Il Pd si allinea con il M5S e si prepara l’ennesimo scontro con Italia Viva di Renzi che è contrario alla decisione. «Io sono perché Autostrade paghi per quello che è successo, paghi tanto. Spero che non vi sia chi, in nome del populismo, faccia una battaglia al termine della quale è lo Stato a pagare alle Autostrade», ha detto il leader Matteo Renzi, in una conferenza stampa al Senato. Secondo Matteo Salvini «il litigio sulla revoca delle concessioni sta bloccando tutti gli investimenti su tutta la rete autostradale italiana».

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi