Coronavirus “di ritorno”: la Cina mette in quarantena chi arriva dall’Italia

Anche se i contagi hanno raggiunto il livello più basso delle ultime sei settimane, aumentano i timori di ricontaminazione del Paese da cui è partita l’epidemia dopo il caso dei sette cittadini cinesi rientrati da Bergamo

Prosegue la curva discendente dei contagi da coronavirus in Cina, che con 125 nuove infezioni registra il livello più basso delle ultime 6 settimane. È quanto emerge dal rilevamento della Commissione sanitaria nazionale (Nhc) che ha portato il totale dei decessi a 2.943 e delle infezioni complessive a quota 80.151. I casi di contagio hanno seguito un trend al ribasso negli ultimi giorni, malgrado gli 11 casi segnalati oggi fuori dall’Hubei rappresentino il livello più alto degli ultimi 5 giorni.

Ci sono però i primi casi di “contagio di ritorno” dall’Italia. Aumentano così i timori di ricontaminazione del Paese da cui è partita l’epidemia di coronavirus. Sulle 11 nuove infezioni da coronavirus annunciate oggi fuori dall’Hubei, provincia epicentro, sette sono relative allo Zhejiang, ha detto la Commissione sanitaria nazionale. Sono cittadini cinesi tornati dall’Italia la scorsa settimana che, secondo il network statale Cgtn, lavoravano nello stesso ristorante di Bergamo e avevano stretti contatti con la prima donna rientrata il 28 febbraio e risultata positiva.

LEGGI ANCHE: Che cos’è il “droplet”, la distanza di sicurezza per evitare il coronavirus

Visti i casi di contagio di ritorno – anche dall’Iran e dal Regno Unito – Pechino ha deciso di imporre la quarantena obbligatoria a tutti coloro che arrivano da Paesi esposti al coronavirus: oltre a Corea del Sud, Giappone e Iran c’è anche l’Italia. La misura, annunciata dal vice segretario generale del governo municipale della capitale, Chen Bei, coinvolge sia i cittadini cinesi sia gli stranieri. In mancanza di una dimora a Pechino, l’auto-isolamento sarà osservato in un hotel designato. L’isolamento diventa quindi obbligatorio, finora era una prassi diffusa quella di mettersi in quarantena qualora si provenisse da zone di contagio.

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi