Le Olimpiadi di Tokyo sono state rinviate al 2021

La decisione ufficiale, necessaria a causa della pandemia di coronavirus, è stata comunicata dal primo ministro giapponese Shinzo Abe e dal Comitato Olimpico Internazionale. Manterranno il nome di Giochi olimpici e paralimpici Tokyo 2020

Si è cercato fino all’ultimo di salvare le Olimpiadi di Tokyo 2020. Ma alla fine il primo ministro giapponese Shinzo Abe ha concordato con i membri del Comitato Olimpico Internazionale il rinvio di un anno delle Olimpiadi e delle Paralimpiadi estive dopo aver preso atto delle complicazioni legate alla diffusione nel mondo del coronavirus. L’edizione si chiamerà comunque Tokyo 2020, per non perdere l’investimento sul merchandising e il marchio.

L’operazione rinvio avrà costi significativi, ma si è resa indispensabile per il numero sempre crescente di contagi che hanno spinto al pressing le federazioni internazionali e da alcune ore anche i principali comitati olimpici internazionali, compreso quello statunitense. Tutte chiedevano la stessa cosa: lo slittamento al 2021. Il Primo Ministro Abe ha annunciato che anche il Cio adesso è «d’accordo al 100%» a posticipare i Giochi di un anno, seguito poi dall’annuncio del presidente del Comitato Olimpico internazionale Thomas Bach. Una soluzione che permetterà di mantenere il programma previsto senza modifiche. Certamente la migliore per sponsor e televisioni, che hanno investito pesantemente nel prodotto olimpico.

LEGGI ANCHE: Dal MotoGp all’Nba: lo sport fa i conti con il coronavirus

Giovedì 26 marzo la fiaccola olimpica sarebbe dovuta partire da Fukushima, ma la partenza è annullata, anche se la torcia resterà in Giappone. Le Olimpiadi di Tokyo saranno dunque i quarti Giochi estivi non disputati nell’anno previsto al momento dell’assegnazione dopo Berlino 1916, Tokyo 1940 e Londra 1944, ossia le tre edizioni delle Olimpiadi moderne annullate a causa delle due guerre mondiali. E il Cio dovrà decidere a breve come comportarsi. Si va verso il congelamento delle qualifiche già effettuate, mentre le altre si svolgeranno regolarmente appena sarà permesso dalla diffusione dell’epidemia.

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi