ItaliaPrimo Piano

L’Italia si è fermata per commemorare i suoi 11mila morti

Oggi a mezzogiorno il Paese ha reso omaggio a tutte le vittime della pandemia. Bandiere a mezz'asta dal Quirinale al Vaticano

Bandiere a mezz’asta per il minuto di silenzio che si è osservato in tutta Italia a mezzogiorno. Un omaggio alle 11.591 persone che sono morte con il coronavirus dall’inizio dell’epidemia. Ieri si è superata la soglia dei 100 mila casi in Italia, secondo Paese dopo gli Stati Uniti.

L’iniziativa, partita dall’Anci (l’Associazione nazionale dei comuni italiani), è stata raccolta da tantissime istituzioni, dai comuni sloveni al confine fino al Vaticano. Anche il Csm ha aderito: su Palazzo dei Marescialli campeggia la bandiera a mezz’asta come su tutti i municipi e al Quirinale.

LEGGI ANCHE: Come leggere i numeri sul coronavirus

Per ricordare i tanti morti di questa guerra silenziosa che non hanno potuto avere nemmeno avere un degno funerale e se sono andati senza il conforto degli affetti, i sindaci hanno esposto sulla facciata del proprio Comune la bandiera a mezz’asta osservando il minuto di silenzio. «È il nostro modo per ricordare le vittime del coronavirus, per onorare il sacrificio e l’impegno degli operatori sanitari, per abbracciarci idealmente tutti, per essere di sostegno l’uno all’altro», ha detto Antonio Decaro, sindaco di Bari e presidente dell’Associazione nazionale dei Comuni italiani.

«Oggi le bandiere italiane in tutti gli uffici pubblici sono esposte a mezz’asta in segno di lutto e vicinanza ai familiari delle vittime del coronavirus e come segnale di partecipazione collettiva al cordoglio delle comunità più colpite», ha scritto in un tweet Palazzo Chigi pubblicando la foto della sede del governo con bandiera italiana e quella europea a mezz’asta. Da stasera, inoltre, il “Torrino” sarà illuminato – grazie alla collaborazione con Acea – con il tricolore dal tramonto all’alba e fino alla fine dell’emergenza.

Anche il Vaticano partecipa: «Nella giornata di oggi, in solidarietà con l’Italia, la Santa Sede esporrà le bandiere a mezz’asta, a lutto, per esprimere la propria vicinanza alle vittime della pandemia in Italia e nel mondo, alle loro famiglie e a quanti generosamente lottano per porvi fine», ha dichiarato il direttore della Sala stampa vaticana, Matteo Bruni.

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi