La svolta della Svezia: «Basta tutto aperto, prepariamoci a migliaia di morti»

Nell’ultima settimana la progressione dell’infezione è raddoppiata a Stoccolma e il governo di minoranza socialdemocratico è pronto a bypassare il Parlamento per introdurre provvedimenti eccezionali

I numeri impongono alla Svezia un cambio di strategia contro il coronavirus. Ora il governo pensa di procedere con le misure emergenziali. In Svezia l’epidemia cresce più rapidamente che altrove in Scandinavia e sul governo ci sono pressioni affinché abbandoni la linea morbida con bar, ristoranti, negozi e uffici aperti, e la semplice raccomandazione a limitare i contatti, affidandosi al senso di responsabilità individuale. In un’intervista al quotidiano Dagens Nyheter il premier Stefan Lofven ha ribadito di non voler sovraccaricare il sistema sanitario, ma ha ammesso che bisogna «prepararsi a migliaia di vittime».

«Ognuno decide come procedere per il distanziamento sociale e per rafforzare il sistema sanitario», ha aggiunto però Lofven: «Noi lo facciamo in un modo diverso. Certe volte dipende anche dal fatto che siamo in una fase diversa». Il leader socialdemocratico ha ricordato suoi concittadini che «è importante avere disciplina», evitando ad esempio di andare a trovare i parenti più anziani, e lavandosi spesso le mani, perché la crisi andrà avanti per mesi.

LEGGI ANCHE: Gli altri Paesi che misure hanno preso contro il coronavirus?

Per ora solo gli assembramenti con più di 50 persone sono stati vietati, il campionato di calcio e le manifestazioni sportive sono stati rinviati, scuole e università sono passati alle lezioni a distanza. Gli uffici e locali sono ancora aperti. Ma questa strategia comincia ora a mostrare i suoi limiti, a fronte del trend di progressione dell’infezione: nel corso dell’ultima settimana i casi accertati nella sola area di Stoccolma, il più grande focolaio di Covid-19 della Svezia, sono quasi raddoppiati. E il bilancio della pandemia nella nazione scandinava segna ormai 6.443 pazienti infetti, di cui 520 in terapia intensiva, e 373 morti.

E ora il governo svedese è pronto a un cambio di passo. Secondo indiscrezioni, l’esecutivo di minoranza guidato dal premier socialdemocratico avrebbe pronta una proposta di legge che lo autorizzerebbe a prendere dei provvedimenti senza l’approvazione del Parlamento. Questa proposta necessita però del sostegno dell’opposizione, e verrà discussa nei prossimi giorni.

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi