MondoPickNews

Coronavirus, l’Oms: «Nessuna prova che i guariti siano immuni»

Il messaggio dell’Organizzazione mondiale della Sanità è rivolto in particolare a quei governi che stanno pensando di creare una sorta di “patente d’immunità” per tutti i soggetti che già hanno combattuto il virus

Non ci sono, al momento, prove scientifiche che garantiscano che le persone guarite da Covid-19 abbiano anticorpi in grado di proteggere da una seconda infezione. Lo ricorda l’Organizzazione mondiale della Sanità in un documento appena pubblicato. «A questo punto della pandemia – si legge nel rapporto dell’Oms – non ci sono abbastanza evidenze sull’efficacia dell’immunità data dagli anticorpi per garantire l’accuratezza di un “passaporto di immunità” o un ”certificato di libertà dal rischio”».

LEGGI ANCHE: Test sierologici e «patente di immunità» per ripartire

Il messaggio dell’Oms è rivolto in particolare a quei governi che, nel tentativo di allentare le restrizioni messe in atto per limitare la diffusione del coronavirus, stanno pensando anche di creare una sorta di “patente d’immunità” per tutti i soggetti che già hanno combattuto il virus. «Molti degli studi hanno mostrato che le persone che sono guarite dall’infezione hanno gli anticorpi per il virus – scrive l’Oms – ma alcuni di questi hanno livelli estremamente bassi di anticorpi neutralizzanti nel sangue. Al 24 aprile 2020, nessuno studio ha valutato se la presenza degli anticorpi da Sars-CoV-2 possa dare immunità ad una successiva infezione nell’uomo».

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi