MondoPickNews

WhatsApp, Messenger e Instagram presto uniti in una sola chat

Manovre a Menlo Park: il team di Zuckerberg lavora per permettere agli utenti di scambiarsi messaggi con i propri contatti indipendentemente dalla piattaforma utilizzata

Che Facebook punti alla convergenza tra le sue app di instant messaging WhatsApp, Messenger e Instagram non è un segreto. Lo aveva annunciato il Ceo di Facebook, Mark Zuckerberg, all’inizio dello scorso anno: «Abbiamo in programma di iniziare a rendere possibile l’invio di messaggi ai tuoi contatti utilizzando uno qualsiasi dei nostri servizi». Ora il suo proposito sta diventando realtà. Una serie di indiscrezioni ha infatti messo in luce come Menlo Park stia lavorando alacremente per garantire un’inedita interoperabilità tra i servizi di messaggistica.

Alla fine, ne uscirà una superchat che mette insieme miliardi di utenti. Se si considera che WhatsApp vanta 2 miliardi di utenti attivi, Messenger 1,3 miliardi e Instagram oltre 1 miliardo, facile comprendere come l’imminente svolta sia destinata a coinvolgere un impressionante numero di persone in tutto il mondo. Poi certo, tali cifre non sono da intendersi in maniera cumulativa – spesso i singoli utenti sono iscritti a più piattaforme tra queste in contemporanea –, ma quella che va configurandosi è essenzialmente una superchat comune.

A scoprire la nuova funzionalità nascosta tra i codici di programmazione delle versioni beta delle tre applicazioni è stato lo sviluppatore italiano Alessandro Paluzzi. Negli screenshot d’anteprima postati su Twitter si può infatti notare come sia allo studio una nuova opzione denominata «Get Messenger in Instagram» («Ottieni Messenger in Instagram»), con tanto di logo ufficiale. Una schermata d’aggiornamento intitolata «There’s a New Way to Message in Instagram» («C’è un nuovo modo per messaggiare in Instagram») presenta invece tra le novità disponibili «Use Messenger on Instagram» («Usa Messenger su Instagram»).

Si tratta senz’altro di indizi importanti, ma ad andare ancora più a fondo della questione ci hanno pensato gli esperti di WaBetaInfo, che hanno scoperto che «Facebook sta creando alcune tabelle in un database locale al fine di gestire messaggi e servizi con altri utenti di WhatsApp». Scorrendone i nomi appare evidente come il social network, e quindi Messenger, potrebbe avere presto accesso a informazioni oggi presenti solo nell’app di messaggistica come gli account bloccati, le notifiche push, le conversazioni archiviate e molto altro ancora. Il che fa ben comprendere quanto profonda sarà l’integrazione tra i vari servizi, che nei piani di Zuckerberg saranno perfettamente in grado di «comunicare» tra loro.

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi