MondoPrimo Piano

Italia o Svezia: ecco chi ha gestito meglio l’emergenza coronavirus secondo i cittadini

Nonostante le diverse strategie adottate per contenere i contagi, la maggioranza degli abitanti dei due Paesi ritiene che la crisi sia stata ben affrontata dai propri governanti. Lo dice un sondaggio condotto dal Pew Research Center

Il 74% degli italiani giudica positivamente il modo con cui il governo ha gestito la crisi coronavirus, uno dei valori più alti fra le grandi economie avanzate, anche se lontano dai record di Danimarca (95% di approvazione all’esecutivo) e Australia (94%). Lo certifica un sondaggio condotto in 14 Paesi dal Pew Research Center, che fissa la media dei giudizi positivi al 73% (quindi con l’Italia perfettamente in linea).

L’Italia ha scelto il modello del lockdown, ovvero la limitazione degli assembramenti, dei contatti sociali e la promozione dell’insegnamento a distanza per gli studenti. La Svezia, invece, non ha impedito ai propri studenti di frequentare la scuola o ai propri cittadini di ritrovarsi assieme in un luogo pubblico, a patto che fossero rispettate alcune norme (come di non superare la soglia di 50 persone). Tanti quotidiani internazionali, dal New York Times a NewsRoom, sottolineano come il “modello Svezia” abbia portato a più morti rispetto a quello del lockdown.

LEGGI ANCHE: In Svezia l’obiettivo dell’immunità di gregge contro il coronavirus è fallito

Di fronte alle diverse strategie messe in atto da parte dei due governi, i cittadini hanno avuto un gradimento simile. In Italia il 74% degli intervistati si dichiara contento di come il governo ha gestito l’emergenza coronavirus. Questo questo può essere spiegato grazie al basso numero di decessi ogni 100mila abitanti. Ma sorprende il 71% dei cittadini svedesi si dice soddisfatta di come il suo governo è riuscito a fronteggiare quest’epidemia e questo nonostante il fatto che la Svezia abbia avuto un numero altissimo di vittime, se comparato con paesi non molto diversi da sé per numero di abitanti, come Danimarca o Portogallo.

Secondo gli ultimi dati riportati dalla John Hopkins University, la Svezia con circa 10 milioni di abitanti ha registrato circa 57 morti ogni 100mila abitanti, contro i circa 17 del Portogallo, i circa 10 della Danimarca, i 6 della Finlandia e i quasi 5 della Norvegia, tutti paesi con una popolazione comparabile (vicini ai 10 milioni di abitanti) e che hanno adottato misure di lockdown più restrittive. Tuttavia, l’Italia che conta circa 60 milioni di abitanti ha registrato circa 58 morti di coronavirus ogni 100mila abitanti, un numero di poco superiore a quello svedese.

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi