MondoPrimo Piano

Torna la paura terrorismo sul London Bridge

Un uomo ha assalito con un coltello alcuni passanti nel centro di Londra, la polizia è intervenuta tempestivamente uccidendo l’assalitore. I media parlano di diversi feriti

Un’aggressione sul London Bridge, nel pieno centro di Londra, ha rigettato la capitale britannica nella paura del terrorismo. Un portavoce della polizia di Londra durante una conferenza stampa ha detto che un uomo ha ferito diverse persone con un coltello, e che la polizia è intervenuta per fermarlo sparandogli e uccidendolo. La polizia ha aggiunto che l’uomo indossava una finta cintura esplosiva. Il numero esatto delle persone ferite non è stato comunicato ufficialmente, così come le loro condizioni. Secondo la Bbc, due persone sono morte in seguito alle ferite riportate. Inoltre ci sarebbero circa dieci feriti, alcuni dei quali in condizioni gravi.

https://twitter.com/wolfgangert/status/1200425549975490560

Al momento Scotland Yard non conferma che si tratti di un attentato, anche se «per precauzione» l’incidente viene trattato «come se fosse legato al terrorismo». Il primo ministro Boris Johnson sta tornando a Downing Street e ha scritto su Twitter di essere «stato aggiornato sull’incidente al London Bridge» e ha ringraziato «la polizia e tutte le unità di emergenza per la loro risposta immediata».

Il London Bridge è uno dei più famosi ponti di Londra, che collega la City of London al quartiere di Southwark. Sempre sul London Bridge, nel giugno del 2017, c’era stato un attacco terroristico in cui erano morte 11 persone. In quel caso un furgone aveva investito alcuni pedoni sul ponte, e poco dopo tre uomini erano scesi e avevano accoltellato alcuni passanti: successivamente i tre attentatori erano stati uccisi dalla polizia.

LEGGI ANCHE: È tornato il terrorismo islamico in Europa?

Tags

Related Articles

Back to top button
Close