MondoPrimo Piano

Audio di Trump: pressioni e minacce per ribaltare il risultato delle presidenziali in Georgia

Il Washington Post rivela una conversazione telefonica tra il presidente americano e il segretario di Stato Raffensperger: «Se non dite che le elezioni sono state truccate correte un grosso rischio»

Donald Trump ha chiesto al segretario di Stato della Georgia, il repubblicano Brad Raffensperger, di «trovare» abbastanza voti per ribaltare la vittoria di Joe Biden. Il quotidiano statunitense Washington Post ha pubblicato la registrazione di una telefonata nella quale il presidente alterna rimproveri, lusinghe, preghiere e minacce di vaghe conseguenze nel caso rifiuti di perseguire le sue accuse di brogli.

La conversazione sarebbe avvenuta sabato. «La gente della Georgia è arrabbiata, la gente del Paese è arrabbiata», avrebbe detto Trump «e non c’è nulla di sbagliato nel dire che avete fatto un ricalcolo». Nonostante le pressioni, Raffensperger e il suo avvocato generale hanno respinto le richieste, spiegando al presidente che si basa su false teorie cospirative e che la vittoria del presidente eletto Joe Biden in Georgia per 11.779 voti è giusta ed accurata. «Guarda, tutto quello che voglio fare è questo. Voglio solo trovare 11.780 voti, uno in più di quelli che abbiamo, perché abbiamo vinto lo Stato», ha insistito Trump, «io non ho assolutamente perso la Georgia. Assolutamente no. Abbiamo vinto per centinaia di migliaia di voti». Il Washington Post riporta che il presidente ha minacciato il segretario di Stato con imprecisate conseguenze penali se non avesse soddisfatto la sua richiesta, affermando che stava correndo un «grosso rischio».

LEGGI ANCHE: Usa 2020, Trump dà il via libera alla transizione dei poteri a Biden

La rivelazione del Washington Post ha un ulteriore valore perché proprio in Georgia si voterà martedì per eleggere due senatori che saranno decisivi negli equilibri di forza tra Repubblicani e Democratici. Donald Trump sta cercando di annullare in ogni modo l’acclarato risultato delle elezioni presidenziali da quasi due mesi e finora ha presentato e perso oltre cinquanta cause sui risultati, compresa una presso la Corte Suprema. Il risultato della Georgia che nella telefonata Trump vorrebbe capovolgere non sarebbe comunque sufficiente ad annullare la vittoria di Biden, ottenuta con un margine assai maggiore.

Nel frattempo Trump ha scritto su Twitter che il segretario di Stato della Georgia «non vuole, o non è in grado, di rispondere a domande sulla truffa delle “schede sotto il tavolo”, sulla distruzione di schede, su elettori di altri Stati, elettori morti eccetera. Non ne ha la minima idea!». Raffensperger ha risposto con un altro tweet: «Con rispetto, presidente, quello che dite non è vero».

Tags
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi