Sport

Uefa Nations League: cos’è e come funziona

L’Italia ha debuttato nel nuovo torneo organizzato dalla Uefa che oltre a mettere in palio un trofeo regalerà la possibilità a quattro squadre di accedere direttamente a "Euro 2020"

La nazionale italiana di calcio ha debuttato nella Nations League, il nuovo campionato organizzato dalla Uefa che sostituirà quasi integralmente le amichevoli e assegnerà alcuni dei posti per gli Europei del 2020. Alla Uefa Nations League partecipano tutte le 55 nazionali europee, divise in quattro Leghe, a loro volta composte da quattro Gruppi. L’Italia fa parte del gruppo 3 della Lega A insieme a Polonia e Portogallo. Nel primo match la nazionale azzurra di Roberto Mancini ha pareggiato 1-1 contro la Polonia allo stadio Dall’Ara di Bologna. Gli azzurri giocheranno adesso lunedì 10 settembre a Lisbona contro il Portogallo.

COME FUNZIONA. Il torneo, iniziato il 6 settembre, mira ad aumentare il livello di competitività tra nazionali sostituendo, del tutto o in parte, le consuete amichevoli con partite ufficiali. Un vero e proprio campionato con meccanismo di promozione e retrocessione e una fase finale che assegnerà il trofeo. Ma c’è di più. La Uefa Nations League assegnerà quattro posti agli Europei del 2020. Le 55 Nazionali europee vengono suddivise in quattro leghe (A, B, C, D) in base al ranking Uefa. Questo darà la possibilità alle varie nazionali di sfidarsi con avversari di pari valore in gare di andata e ritorno. La Lega A comprende le prime 12 squadre del ranking. Le 12 successive sono inserite nella Lega B, le 15 successive nella Lega C e le restanti 16 nella Lega D. Le Leghe A e B saranno formate da quattro gironi da tre squadre. La Lega C sarà formata da un girone da tre squadre e da tre gironi da quattro squadre; la Lega D sarà formata da quattro gironi da quattro squadre. La nazionale che si aggiudicherà le fasi finali (dal 5 al 9 giugno 2019), a cui si qualificheranno le quattro vincitrici dei gironi, vincerà il trofeo della Uefa Nations League. In più ogni nazionale che guadagnerà il primo posto nel girone della propria Lega parteciperà ai playoff che determineranno altre 4 qualificate agli Europei oltre alle 20 che verranno determinate dalle normali qualificazioni.

QUALIFICAZIONI A EURO 2020. Gli Europei di calcio del 2020 avranno dei gironi di qualificazione come in passato: i sorteggi saranno a dicembre 2018, le partite avranno inizio nel 2019. Per decidere il ranking però si terrà conto dei risultati della Nations League. Quindi fare un buon campionato Uefa aiuterà a avere un più facile girone di qualificazione a Euro 2020. Inoltre, la Nations League assegnerà direttamente 4 dei 24 posti di Euro 2020. Ciascuna Lega della Nations League avrà infatti a disposizione un posto che varrà l’accesso agli Europei, che verrà assegnato disputando dei playoff fra le quattro migliori nazionali di ogni Lega scelte tra quelle che non si saranno qualificate a Euro 2020 tramite i gironi di qualificazione. Questi spareggi saranno nel marzo 2020, quando già i gironi di qualificazione di Euro 2020 saranno conclusi. Questo meccanismo garantisce almeno un posto agli Europei anche a una nazionale della Lega D. È una modifica fatta per permettere a nazionali più piccole e meno importanti di giocarsela contro nazionali di simile livello e avere un posto a “Euro 2020”.

Tags
Close