Cinema

Cinema to be, le novità del grande schermo più attese nel 2020

Tutto quello che ci aspetta in sala nel prossimo semestre: dal nuovo film di Clint Eastwood a "Wonder Woman 1984"

Film d’autore, commedie, blockbuster, imperdibili cinecomics e il ritorno di grandi classici. Ecco alcuni dei film più attesi al cinema in Italia nel primo semestre del 2020.

Tolo Tolo di Checco Zalone.
Commedia. Italia, 2020. Uscita 1 gennaio 2020.
È difficile essere Checco Zalone se ogni volta sei chiamato a battere te stesso. L’attore, dopo i successi di Cado dalle nubi (2009), Che bella giornata (2011), Sole a catinelle (2013), Quo vado? (2016), con cui ha complessivamente incassato in Italia circa 170 milioni di euro, torna al cinema il primo gennaio del 2020 con Tolo Tolo. Probabilmente non sarà un film “imperdibile” ma il nuovo progetto del comico barese è sicuramente uno degli eventi in assoluto più attesi dell’anno. La curiosità aumenta se pensiamo che questa è anche la prima prova da regista di Zalone, che nelle sue precedenti opere aveva lasciato l’incarico al fidato Gennaro Nunziante.

Tolo Tolo di Checco Zalone.

Hammamet di Gianni Amelio.
Biografico, Drammatico. Italia, 2020. Uscita 9 gennaio 2020.
Con Pierfrancesco Favino, Livia Rossi, Luca Filippi, Silvia Cohen, Omero Antonutti.
Gianni Amelio con Hammamet affronta un tema difficile come gli ultimi anni del leader politico Bettino Craxi, fuggito dall’Italia perché coinvolto nelle inchieste legate a “Mani Pulite” e rifugiatosi appunto nella località tunisina (dove morì il 19 gennaio del 2000). A interpretare l’ex Presidente del Consiglio e segretario del partito Socialista uno straordinario Pierfrancesco Favino capace, come hanno già mostrato le immagini dal set, di un’incredibile trasformazione fisica.

Richard Jewell di Clint Eastwood.
Biografico. USA, 2019. Uscita 16 gennaio 2020.
Con Sam Rockwell, Paul Walter Hauser, Dexter Tillis, Olivia Wilde, Jon Hamm.
La personalissima cinematografia di Clint Eastwood, dopo il magnifico The Mule, si arricchisce di un’altra gemma. Il film prende il nome dal personaggio del protagonista, un’oscura guardia della sicurezza della società telefonica AT&T che coraggiosamente, durante le Olimpiadi di Atlanta del 1996, riuscì ad evitare una strage dando l’allarme bomba. Purtroppo da eroe venne considerato il vero colpevole dell’attentato e per quasi tre mesi finì al centro delle indagini e dell’attenzione ossessiva dei media. Il film è ispirato a un articolo scritto dalla giornalista Marie Brenner per Vanity Fair dal titolo “The Ballad of Richard Jewell” che ricostruisce gli avvenimenti del 30 luglio del 1996 e mostra le persecuzioni mediatiche subite dal povero addetto alla sicurezza come esemplari storture delle derive dei media.

LEGGI ANCHE: C’era una volta il cinema: le vie della narrazione sono infinite

Jojo Rabbit di Taika Waititi.
Commedia, Drammatico, Guerra. Germania, 2019. 108 Minuti. Uscita 23 gennaio 2020.
Con Scarlett Johansson, Taika Waititi, Sam Rockwell, Rebel Wilson, Thomasin McKenzie.
Dopo aver firmato il supereroistico Thor: Ragnarok, il sorprendente Taika Waititi non abbandona i toni comici che comunque caratterizzano molti film Marvel e firma una commedia particolarissima come Jojo Rabbit, dove lui stesso impersona Adolf Hitler, l’amico immaginario di un giovanissimo nazista. Nei panni del führer interviene per consigliare il ragazzino di dieci anni, particolarmente confuso tanto da meritare il soprannome di Rabbit, coniglio. Anche perché la fedeltà al nazismo del povero Jojo viene messa a dura prova quando scopre una giovanissima ebrea nascosta nella soffitta di casa sua.

Jojo Rabbit di Taika Waititi

Piccole Donne di Greta Gerwig.
Drammatico. USA, 2019. 135 Minuti. Uscita 30 gennaio 2020.
Con Saoirse Ronan, Emma Watson, Florence Pugh, Eliza Scanlen, Timothée Chalamet.
Piccole Donne, il romanzo di formazione di Louisa May Alcott, nonostante sia stato scritto più di 100 anni fa e abbia già ottenuto almeno tre trasposizioni cinematografiche, è ancora capace di raccontare il desiderio di indipendenza e libertà inevaso dell’altra metà del cielo. Questa volta tocca a una coppia che abbiamo già visto all’opera nel delicatissimo Lady Bird: la sceneggiatura e la regia sono firmate da Greta Gerwig, mentre a dare il volto alla volitiva e iconica Jo March è la bravissima Saoirse Ronan. Nel film del 1933 è stata interpretata da Katharine Hepburn, nel 1949 dalla cantante e ballerina June Allyson, mentre nel 1994 era toccato a Winona Ryder.

Dolittle di Stephen Gaghan.
Commedia. USA, 2020. Uscita 30 gennaio 2020.
Con Robert Downey Jr., Tom Holland, John Cena, Marion Cotillard, Ralph Fiennes.
Del personaggio letterario si sono perse le tracce, ma al cinema il dottor Dolittle continua ad avere grande fortuna. Così ecco una nuova versione delle avventure dell’eccentrico veterinario capace di parlare con gli animali e capirne i numerosi linguaggi – questa volta interpretato da Robert Downey Jr. – tratto dai racconti per l’infanzia firmati da Hugh Lofting. Nel film, intitolato semplicemente Dolittle (in origine doveva essere Il viaggio del dottor Dolittle), il medico deve lasciare la villa dove si è trincerato per affrontare un viaggio pericoloso alla ricerca di una cura per la regina Vittoria, gravemente ammalata. Al cinema Dolittle ha avuto per due film il volto di Eddie Murphy (con altri tre sequel incentrati su Maya Dolittle, sua figlia). Ma è rimasto storico come precedente il film Il favoloso dottor Dolittle, con Rex Harrison, per le difficoltà a gestire sul set oltre 1200 animali.

Birds of Prey di Cathy Yan.
Azione, Avventura. USA, 2020. Uscita 6 febbraio 2020.
Con Margot Robbie, Mary Elizabeth Winstead, Ewan McGregor, Jurnee Smollett-Bell.
Dopo il successo di Suicide Squad nel 2016 era attesissimo un spin-off dedicato alla spumeggiante Harley Quinn che ha il volto di Margot Robbie. Ecco quindi il film – che però è più di un assolo – dal titolo Birds of Prey (e la fantasmagorica rinascita di Harley Quinn). Tratto dai fumetti della DC Comics, l’universo di Batman e Superman, il film racconta di una Gotham che ha perso il suo difensore con la scomparsa del Cavaliere Oscuro. Tocca quindi a un gruppo di straordinarie eroine come Black Canary e la Cacciatrice, affiancate appunto dall’ex socia del Joker, affrontare il temibile criminale Maschera nera per la salvezza di Cassandra Cain che nei fumetti è una delle donne ad indossare il manto di Batgirl.

Birds of Prey di Cathy Yan

Hidden Life di Terrence Malick.
Biografico, Drammatico, Storico. USA/Germania, 2019. 173 Minuti. Uscita 6 febbraio 2020.
Con August Diehl, Valerie Pachner, Matthias Schoenaerts, Michael Nyqvist, Bruno Ganz.
La vita nascosta – Hidden Life è un film di Terrence Malick all’ennesima potenza, non quello alle soglie dello sperimentalismo degli ultimi anni ma quello classico e amatissimo, quello che affronta temi universali nel racconto minuto e poetico della gente comune. In questa nuova avventura che per molti motivi riempirà gli amanti del cinema di tristezza, visto che è anche l’ultima interpretazione di due indimenticabili attori come lo straordinario Bruno Ganz e Michael Nyqvist, Malick racconta la vita di Franz Jagerstatter. Personaggio realmente esistito, venne martirizzato per il suo pacifismo e per la sua volontà di non piegarsi al nazismo. Profondamente religioso, Jagerstatter – che ha il volto di August Diehl (Bastardi senza gloria) – è l’unico abitante del paesino austriaco, dove fa il contadino, a votare contro l’annessione dell’Austria alla Germania. Una decisione che pagherà con la vita. Il film è stato girato, oltre che in Germania, anche in Italia, tra Bressanone, Brunico e Sappada.

The King’s Man di Matthew Vaughn.
Azione, Avventura, Commedia. Gran Bretagna. USA, 2020. Uscita 13 febbraio 2020.
Con Gemma Arterton, Matthew Goode, Aaron Taylor-Johnson, Ralph Fiennes, Tom Hollander.
La nascita del più segreto, raffinato ed elegante dei servizi segreti. Ancora una volta Matthew Vaughn, qui nella doppia veste di sceneggiatore e regista, entra nel variopinto mondo immaginato dal celebre fumettista Mark Millar, da cui ha già ricavato il divertente Kick-Ass e le prime due avventure dedicate ai King’s Men. Nel nuovo film ci troviamo agli inizi del secolo scorso quando una misteriosa organizzazione criminale sta ordendo un terribile piano che potrebbe portare alla morte di milioni di persone. Nel cast di lusso riunito da Vaughn spicca, nei panni di uno dei personaggi centrali (Lee Unwin), l’attore Aaron Taylor-Johnson, che ha già recitato nel primo Kick-Ass e poi nel Marvel Cinematic Universe nei panni del velocista Quicksilver. Alcune delle scene del film sono state girate a Torino e a Venaria Reale, trasformate nella vecchia Jugoslavia.

No Time To Die di Cary Joji Fukunaga.
Azione, Avventura, Thriller. USA/Gran Bretagna, 2020. Uscita aprile 2020.
Con Daniel Craig, Léa Seydoux, Ralph Fiennes, Naomie Harris, Ben Whishaw.
È la quinta volta per Daniel Craig nei panni dell’agente segreto di Sua Maestà ma è anche la 25esima pellicola dedicata a 007. Tutto questo e molto altro è No Time to Die, l’attesissimo nuovo capitolo dedicato a James Bond, il personaggio nato dalla penna di Ian Fleming. Il super cattivo ha il volto del premio Oscar Rami Malek, senza contare che c’è grandissima curiosità per la regia di Cary Joji Fukunaga, il genio che ha marchiato in maniera indelebile la meravigliosa prima stagione di True Detective. Questa volta Bond è chiamato a tornare al servizio attivo dal suo amico e agente della CIA Felix Leiter per ritrovare uno scienziato scomparso. Ma la sua sparizione è solo uno dei tasselli di una congiura dalle dimensioni mondiali. Alcune scene sono state girate anche in Italia tra Matera, Maratea e Gravina in Puglia oltre che a Sapri, che nel film ha il nome di Civita Lucana.

No Time To Die di Cary Joji Fukunaga

Barbie di Greta Gerwig.
Avventura, Azione, Commedia. USA, 2020. Uscita 7 maggio 2020.
Con Margot Robbie.
Dopo oltre 30 film a cartoni animati dove ha esplorato ogni possibilità e situazione, Barbie arriva al cinema in live action e ha il volto di Margot Robbie. La bambola più famosa al mondo prende vita grazie alla regia di Greta Gerwig, che ha curato la sceneggiatura del film insieme al suo compagno Noah Baumbach. Costretta ad abbandonare Barbieland e la sua perfezione, Barbie si avventura per il mondo reale nel quale ha una serie di avventure, aiutando le persone che incontra finché non si ritrova di nuovo sulla strada di casa. Insomma, un altro personaggio femminile molto particolare per la Gerwig che, dopo essere passata dietro la macchina da presa (ha lunghi trascorsi come attrice e sceneggiatrice) con Lady Bird e avere affrontato un classico come Piccole Donne, si cimenta con l’icona pop femminile per eccellenza.

Fast & Furious 9 di Justin Lin.
Azione, Avventura. USA, 2020. Uscita 21 maggio 2020.
Con Vin Diesel, Lucas Black, Tyrese Gibson, Charlize Theron, Helen Mirren.
Vin Diesel, nei panni di Dominic Toretto, al volante e Justin Lin alla regia sono la garanzia di qualità del nuovo episodio della saga Fast & Furious ,giunta al nono capitolo. Il film, che non vedrà in azione Dwayne Johnson nel ruolo di Luke Hobbs – ripreso nello spin-off Hobbs & Shaw – dopo una lite proprio con la star della saga, ha in un altro wrestler, John Cena, la principale new entry per il franchise che deve molto al legame creatosi dentro e fuori dal set fra gli attori. Per il ruolo di nemesi è stata chiamata Charlize Theron che diventa Cipher, una pericolosissima e inflessibile cyberterrorista. Nonostante Fast & Furious 9 non sia ancora nelle sale, si parla già della prossima avventura della crew capitanata da Vin Diesel che dovrebbe avere Lin ancora una volta alla regia.

Wonder Woman 1984 di Patty Jenkins.
Azione, Avventura, Fantasy. USA, 2020. Uscita 4 giugno 2020.
Con Gal Gadot, Kristen Wiig, Robin Wright, Connie Nielsen, Chris Pine.
Dai sanguinosi campi di battaglia della Prima Guerra Mondiale a quelli più insidiosi della Guerra Fredda, nel film Wonder Woman 1984 Gal Gadot è ancora una volta la principessa delle Amazzoni. Il secondo capitolo dedicato all’eroico personaggio, nato nei fumetti della DC Comics, introduce dopo Ares un nuovo avversario, Cheetah, storica nemesi di Wonder Woman già dal sesto episodio dei comics, pubblicato nel lontano 1943. Nel film troviamo anche l’ambiguo e manipolatore Maxwell Lord, altro villain cardine tra i fumetti. Torna nel ruolo di Steve Trevor, grande amore di Diana Prince-Wonder Woman, anche Chris Pine, nonostante nel capitolo precedente si fosse sacrificato lasciando costernati i tanti fan. Patty Jenkins, la regista e co-sceneggiatrice del film, ha già reso noto che verrà realizzata anche una terza avventura dedicata allo straordinario character nato nel 1941 e che fino a questo momento aveva avuto una sola altra trasposizione nella serie tv omonima, interpretata da Lynda Carter.

Wonder Woman 1984 di Patty Jenkins
Tags

Marco Fallanca

Direttore di Produzione del TaorminaFilmFest. Già giurato, consulente e responsabile delle relazioni esterne. Cosa ho fatto in tutti questi anni? Sono andato a letto presto. Ma soprattutto a teatro e al cinema. Seguo da vicino festival e rassegne. Troppo fuori per quelli dentro e troppo dentro per quelli fuori. Attenzione! Preso troppo sul serio può nuocere gravemente alla salute.
Back to top button
Close

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi